Amazon Prime Now preoccupa il sindaco di Parigi

amazon-prime-06.jpg

Amazon Prime preoccupa Parigi. Il servizio offerto dal famoso sito di e-commerce è finito sotto la lente d'ingrandimento del sindaco della capitale francese, Anne Hidalgo, che ha chiesto ad Amazon di garantire che Prime Now non andrà ad aggiungere ulteriore carico al problema relativo allo smog che affligge la città e che preserverà la "diversità" dell'economia locale.

Prime Now è partito a Parigi la settimana scorsa, offrendo la consegna in un'ora agli iscritti ad Amazon Prime: un servizio visto come una minaccia alle attività commerciali di Parigi, al punto che l'ufficio del sindaco afferma di voler avviare una collaborazione con il legislatore per determinare se siano necessarie delle politiche di salvaguardia per i negozi parigini. Dopo la pubblicazione della notizia, The Verge ha provato a raggiungere un portavoce di Amazon, ricevendo però solo un no comment.

Per Amazon non si tratta della prima volta in cui la multinazionale incappa in qualche problemino in Francia: nel 2013, l'allora ministro della cultura Aurelie Filippetti definì Amazon un "distruttore delle librerie", facendo poi in modo che nel 2014 entrasse in vigore una legge che vietava l'offerta di spese di spedizione gratuite sui libri venduti in sconto. All'epoca, Amazon rispose per le rime chiedendo 0,01 euro per le spese di spedizione. Cosa succederà adesso?

  • shares
  • Mail