Twitter, più della metà degli utenti non legge quello che condivide

twitter-2.jpg

Più della metà degli utenti di Twitter - negli Stati Uniti, ma non facciamo fatica a immaginare che valga lo stesso per il resto del Mondo - non legge gli articoli e le notizie che condivide sul social network dei 140 caratteri. A rivelarlo è uno studio condotto dalla Columbia University e dal French National Institute, secondo il quale 6 utenti su 10 condivide un contenuto senza nemmeno aprirlo.

I due istituti hanno analizzato 2,8 milioni di condivisioni su Twitter contenenti link in arrivo 5 diverse fonti di notizie e hanno scoperto che gli utenti non cliccano sul 59% delle notizie che condividono su Twitter, molte delle quali diventano virali in poche ore e finiscono dritte tra i Trend Topic del momento.

Le persone sono più propense a condividere una notizia anziché leggerla. Questo è tipico comportamento del consumo moderno dell’informazione. Ci si forma un’opinione sulla base di un riassunto o un riassunto di riassunti, senza fare lo sforzo di approfondire.

Un altro dettaglio emerso dallo studio è che gli utenti sono più propensi ad aprire un link quando viene condiviso da un utente più influente di loro rispetto al link condiviso dall’account ufficiale dell’organo di informazione che ha dato la notizia, un’ulteriore conferma che si tende a preferire un primo filtro fatto da qualcuno che si ammira: tra la stessa notizia condivisa dalla BBC e da un influencer su Twitter, in molti preferiranno aprire il link condiviso da quest’ultimo.

E se questa è una fotografia di quanto accade su Twitter, siamo davvero curiosi di scoprire qual è la situazione su Facebook, dove basta fare un giro sommario per capire - senza alcun valore statistico, però - con quanta facilità di condividono cose e si intavolano accese discussioni su articoli che nessuno ha letto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail