Twitter introduce gli annunci pubblicitari basati sulle emoji che usiamo

Twitter introduce gli annunci pubblicitari basati sulle emoji che usiamo: vediamo come funzionano.

twitter emoji

Twitter - Gli inserzionisti si sono resi conto che gli utenti amano inserire emoji nei tweet. Ecco che allora Twitter ha annunciato l'arrivo di una nuova funzionalità che permetterà agli inserzionisti di proporre ad utenti specifici annunci pubblicitari basati sulle emoji utilizzate. A partire dal 2014 sono stati twittati più 110 miliardi di emoji e questo è un settore che gli inserzionisti non possono farsi sfuggire. Twitter sostiene che gli inserzionisti saranno in grado di valutare il tipo di emoji che usiamo per determinare l'umore di quella persona, sfruttando queste informazioni per poi connettersi con lei.

Twitter: annunci pubblicitari basati sulle emoji

In questo modo i brand potranno mostrare un impegno più profondo e prestazioni migliori. E pensare che c'è chi sostiene che Twitter sia tutto hashtag e flame, le potenzialità del social network sono ben altre se solo riuscisse a far crescere il numero di utenti.

Le emoji sono diventate un elemento fondamentale per le comunicazioni digitali dei Millenial e sono anche il nuovo punto fermo della cultura pop. Anche Facebook si è arreso allo strapotere delle emoji: a fine 2015 ha deciso di diversificare il suo pulsante Like aggiungendo le Reaction, mentre a inizio mese ha aggiunto più di 1.500 emoji su Facebook Messenger. E si possono fare ricerche su Google tramite emoji.

Twitter ha utilizzato le emoji alimentari per spiegare questa nuova tendenza degli annunci pubblicitari, ma occhio ad usare le melanzane o potreste ritrovarvi la Timeline intasata di annunci pubblicitari del negozio di melanzane.

Via | CNET

Foto | Screenshot dal Blog di Twitter

  • shares
  • Mail