Facebook costringe gli utenti a scaricare l'app Moments

A quanto pare Facebook sta spingendo i suoi utenti a scaricare l'app Moments, ecco perché.

facebook moments

Facebook Moments - Pare che Facebook stia obbligando gli utenti a scaricare anche l'app Moments. Intendiamoci: non è che ci obbliga con un mitra spianato alle spalle e non è che se non la si scarica l'iPhone esplode. Il problema è che se non si scaricherà l'app Moments potremo dire addio alla sincronizzazione delle foto. Già a fine dicembre scorso avevamo dato l'annuncio di questa novità che adesso, puntualmente, si sta concretizzando. Stanno infatti arrivando gli avvisi agli utenti secondo i quali la sincronizzazione delle foto verrà eliminata a partire dal 7 luglio a meno che non si scarichi anche l'app Moments. Non è certo la prima volta che Facebook fa una cosa del genere: pensate solamente alla chat e all'obbligo di scaricare Messenger.

Nel 2012 Facebook aveva introdotto la sincronizzazione automatica delle foto in un album privato all'intero dell'app, con grande gioia degli utenti. Poi nel 2015 aveva lanciato l'app Moments, applicazione stand-alone per iOS e Android dove ospitare le foto. Successivamente era arrivata la batosta: volete continuare a mantenere la sincronizzazione delle foto? Allora scaricate anche l'app Moments. Che per chi non ha un dispositivo molto performante o anche solo un po' vecchiotto è una sorta di colpo di grazia. Si fa un bel dire di eliminare dal cellulare le app inutili per risparmiare spazio e migliorare le prestazioni, ma se poi ci obbligano a scaricare un'app per ogni singola funzione allora siamo nei guai.

Via | Engadget

Foto | Screenshot dall'App Store

  • shares
  • Mail