La Bibbia tradotta in emoji: il curioso esperimento di un adolescente

Abbiamo già visto esperimenti curiosi di chi ha molto tempo libero e decide di impiegarlo per progetti inutili e destinati a far discutere, come quello di un adolescente anonimo che ha pensato di far arrivare le Sacre Scritture anche ai più giovani.

L’adolescente statunitense si è preso la briga di tradurre in emoji l’intera Bibbia di Re Giacomo, la principale versione inglese della Bibbia, pubblicata nel 1611 e ufficialmente autorizzata dalla Chiesa anglicana: 3282 pagine che riportano i 66 libri che compongono il testo integrale dall’Antico Testamento al Nuovo Testamento.

Bible Emoji: Scripture 4 Millenials, questo il titolo dell’ebook disponibile per iOS al prezzo di 3,99 euro, utilizza 80 diverse emoji che vanno a sostituire circa 200 parole, lasciando invariate quelle per cui non è stata trovata un emoji corrispondente.

L’utilità del progetto? Nessuna, ma è sufficiente leggere l’estratto gratuito disponibile in eBooks per farsi due risate e tentare di capirci qualcosa. Per i più pigri, inoltre, è disponibile un account ufficiale su Twitter che pubblica periodicamente alcuni estratti.


  • shares
  • Mail