Twitter riapre gli account parodia russi

Dopo aver chiuso account parodia di politici russi, Twitter li ha riaperti senza dare spiegazioni.

putin-meme-01jpg

Aggiornamento del 2 giugno 2016 - A cura di Rosario.

Vladimir Putin è libero, anche se in realtà non è proprio lui. Stiamo parlando naturalmente dell'account @DarthPutinKGB su Twitter, che impersona il presidente russo sul social network inviando messaggi satirici. Come avrete già letto in precedenza, Darth Putin era stato bloccato insieme ad altri profili Twitter, scatenando un'ondata di accuse di censura nei confronti della piattaforma guidata da Jack Dorsey.

@DarthPutinKGB, seguito da oltre 65.000 follower, ha ricominciato a twittare già da diverse ore, anche se in realtà il suo caso non è l'unico. Insieme a questo account parodia, erano infatti stati bloccati anche @Russia__Not, @RusEmbassyNot, @SovietSergey (dedicato al ministro Sergey Lavrov) e @AmbYakovenkoNot, legato invece all'ambasciatore russo nel Regno Unito, AlexanderYakovenko.

Twitter non ha dato spiegazioni sull'accaduto, ma come dicevamo le accuse di censura si sono moltiplicate sul web dopo la decisione di sospendere questi account. Dopo essere tornato online, @DarthPutinKGB ha festeggiato a modo suo:



Twitter chiude account parodia di politici russi e gli Usa non sono felici

vladimir putin

Post originale del 1 giugno 2016 - A cura di Manuela Chimera.

Twitter - Secondo alcune persone una delle cose peggiori sulla faccia della Terra sono gli account parodia su Twitter. Ma c'è una cosa che è ancora peggio: quando Twitter chiude questi account parodia perché potrebbero offendere personaggi pubblici. E' quanto accaduto con l'account @DarthPutinKGB (inutile cercarlo, Twitter vi rimanda alla solita pagina di sospensione degli account). Questo account era nato per prendere in giro i politici russi e Vladimir Putin in particolare. Solo che ieri insieme a qualche altro account similare che ridicolizzavano i leader russi ecco che sono stati sospesi. E la cosa non ha reso per niente felice gli Stati Uniti.

Non è ancora ben chiaro se Twitter abbia sospeso gli account per una serie di false segnalazioni per molestie fate da troll o se Twitter abbia deciso di sospendere manualmente i singoli account. Il social network ha così risposto a una richiesta di chiarimenti: "Non commentiamo gli account individuali per motivi di privacy e sicurezza". Come dicevamo, gli Stati Uniti non sono felici della cosa e stanno esprimendo il loro disappunto attraverso media come Radio Free Europe. Il fatto è che se Twitter chiude account parodia di personaggi pubblici fa sì che il social network sia poco credibile come luogo dove vige la libertà di parola.

Via | Gizmodo.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail