Facebook bloccato in Vietnam durante la visita del presidente Barack Obama

Facebook di nuovo bloccato in Vietnam durante la visita del presidente Barack Obama di questa settimana.

barack obama

Facebook è stato di nuovo bloccato in Vietnam, questa volta a causa della visita del presidente Barack Obama. Tutto è avvenuto da domenica a mercoledì, secondo quanto riferito ai Reuters da due gruppi di attivisti. La mossa è stata progettata per evitare che coloro che criticano il governo potessero organizzare proteste sfruttando il social network. La notizia del blackout di Facebook è stata data via Twitter e tramite i report di Access Now (gruppo che funziona come Viet Tan, un'organizzazione attivista pro-democrazia che opera nel paese per promuovere i diritti umani e la libertà di espressione).

Facebook, il blocco in Vietnam e la visita di Barack Obama

La visita di Barack Obama in Vietnam aveva lo scopo di contribuire a rafforzare le relazioni fra gli Stati Uniti e il Vietnam, ma al presidente statunitense è stata vietata la possibilità di parlare con gli oppositori del governo durante il suo soggiorno di tre giorni.

Diciamo che chiudere l'accesso a Facebook sta diventando uno sport nazionale in Vietnam. Durante un'intervista ai Reuters, Angelina Huynh di Viet Tan ha così spiegato: "Le persone stanno utilizzando Facebook per organizzare le proteste. Ma il governo non vuole che la gente scenda in piazza".

In realtà bloccare l'accesso a Facebook e Twitter è un'arma utilizzata contro gli attivisti in parecchi paesi dell'Asia, Africa e Medio Oriente, è diventata una sorta di pratica di routine là dove le tensioni politiche sono molto forti e dove l'accesso agli strumenti di telecomunicazione è regolamentato e limitato dal governo.

Via | The Verge

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail