Facebook, Twitter e WhatsApp bloccati in Uganda durante il quinto giuramento del Presidente Museveni

Durante le giornate del quinto giuramento del presidente dell'Uganda Yoweri Museveni, Facebook, Twitter e WhatsApp sono stati bloccati nel paese.

yoweri museveni

Facebook, Twitter e WhatsApp - Nelle giornate di mercoledì e giovedì scorso Facebook, Twitter e WhatsApp sono stati bloccati in Uganda. Questa è la seconda volta in tre mesi che il governo ugandese blocca i social network e tutto a causa del fatto che in quei giorni il presidente Yowet Museveni ha prestato giuramento per il suo quinto mandato consecutivo. Diciamo che il governo ugandese non ama che la gente parli delle elezioni e del suo presidente sui social network. Museveni era diventato presidente la prima volta nel 1986 e adesso a rivinto le elezioni di febbraio con il 68% dei voti, anche se in molti ritengono che le elezioni siano state truccate dallo stesso Museveni sin dall'inizio. Anche perché pare che nelle aree di forte opposizione casualmente il materiale elettorale sia arrivato stranamente in ritardo: qui praticamente non si è potuto votare fino a tardi nel giorno delle elezioni.

Ovviamente gli oppositori hanno protestato, ci sono state tensioni da parte della popolazione ed ecco che il governo ha deciso di bloccare l'accesso ai mezzi di comunicazione social e l'attività dei giornalisti. Questo è quanto successo dopo le elezioni, ma ieri e l'altro ieri è di nuovo accaduto. Limitare l'accesso ai social network fa parte del sistema con cui il governo dell'Uganda ha sempre bloccato chi mette in discussione il presidente. Curiosamente, però, durante il suo giuramento il presidente ha promesso di combattere la corruzione.

Via | Mashable

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail