Facebook: 5 dati personali che non dovremmo condividere sul social network

Ci sono cinque dati personali che condividiamo quotidianamente su Facebook, ma che per tutelare la nostra privacy non dovrebbe condividere.

facebook

Facebook - Gli utenti possono utilizzare gratuitamente i servizi di Facebook perché di fatto non sono clienti del social network. I veri clienti di Facebook sono le aziende che pagano per distribuire la pubblicità sulla piattaforma. E ci riescono così bene perché Facebook conosce tutto di noi e può offrire determinati dati alle aziende per indirizzare meglio la pubblicità a un pubblico più mirato. E' un modello di successo, ma non pensiamo mai che decidendo di usare Facebook accettiamo anche il fatto che Facebook possa usare i nostri dati e ogni sorta di altre informazioni personali.

Tuttavia ci sono ancora alcuni dati che sarebbe bene imparassimo a tenere per noi. Alcuni vanno per forza condivisi, ma possiamo ridurre il numero di informazioni condivise pubblicamente su Facebook. Ecco dunque cinque dati che converrebbe imparare a non condividere su Facebook:

  1. Dove vivi: se proprio non potete farne a meno, inserite solamente la città dove vivete, non è necessario inserire tutto l'indirizzo di casa nel profilo o come location nella sezione Eventi di Facebook. Sembra una cosa innocua, ma non lo è: c'è un problema di sicurezza di fondo, anche se non la rendete un'informazione pubblica, se qualcuno riesce a rubarvi la password e a entrare nel vostro profilo, adesso sa esattamente dove abitate
  2. Dove lavori: le motivazioni potrebbero essere analoghe al precedente punto. Dovete però aggiungere che in questo modo rendete la vita più facile nello scovarvi ai vostri ex fastidiosi colleghi di lavoro
  3. Il numero di telefono: è utile fornire un numero di telefono a Facebook per permettere di proteggere l'account tramite l'autenticazione a due fattori. Ma converrebbe non dare il proprio personale numero di telefono. Questo perché significa che tutti coloro che hanno il vostro numero di cellulare possono trovarvi sul social network, che non è una cosa gradita a tutti. Inoltre è possibile che anche altre persone vedano informazioni del profilo che pensavate fossero visibili solo ai vostri amici
  4. Il vostro compleanno: in realtà è una funzione utile, soprattutto se siete smemorati come me c'è Facebook che vi ricorda il giorno del compleanno dei vostri amici cosa che vi permette di evitare di compilare agendine con tutte le date di compleanno. Agendine che poi ci si scorda regolarmente di controllare. Tuttavia sempre nell'ottica che qualcuno riesca ad accedere al vostro account Facebook, la data del compleanno è un pezzo fondamentale delle informazioni di cui hanno bisogno per verificare la vostra identità
  5. Le vostre opinioni e interessi: a questo riguardo potete postare ciò che volete sui profili dei vostri amici. Ma diciamo che tutte queste informazioni che Facebook vi chiede di inserire nel vostro profilo non vi portano in realtà nessun beneficio, servono solo a dare un'idea più precisa a Facebook su quali annunci pubblicitari farvi vedere. Il che non è poi così male, francamente al decimo annuncio di pneumatici invernali mi ero un po' stufata

Via | BGR

Foto | frankdekleine

  • shares
  • Mail