Facebook: il 28% delle persone non si fida del social network

Secondo una recente indagine il 28% delle persone non si fida di Facebook.

facebook user

Facebook - Pare che il 28% delle persone non si fidi di Facebook, ma in maniera poco coerente poi gli affidi comunque i propri dati. Curioso, vero? C'è stato un tempo remoto nel quale Facebook era solamente un social network. Adesso invece l'azienda ha ben altre aspirazioni, in pratica vuole essere Internet. Il suo scopo è che la gente stia continuamente su di esso (o sulle altre sue piattaforme satellite) e che faccia tutto su di esso. In uno scenario del genere si potrebbe immaginare che la fiducia della gente in Facebook sia aumentata. E invece no, un recente sondaggio indica chiaramente che le cose non stanno proprio così.

Facebook: la gente non si fida di lui, ma gli consegna i suoi dati

Fra il 22 e il 25 aprile l'Huffington Post e YouGov hanno intervistato mille persone: di queste il 28% ha dichiarato di non fidarsi del tutto di Facebook per quanto riguarda la tutela dei loro dati. Qualcuno ironicamente ha suggerito che gli intervistati in questione fossero dipendenti di Google, solo che poi un altro 34% ha dichiarato di non fidarsi molto di Facebook.

Questo significa che solo il 38% si fida effettivamente di Facebook, anzi, un 3% di costoro si fida parecchio di Facebook (probabilmente questi sono i dipendenti di Facebook seguendo il ragionamento di cui sopra). A dire il vero Facebook si è rifiutato di commentare i risultati di questo sondaggio, ma è facile immaginare come la cosa non possa far piacere al social network.

La cosa veramente curiosa è però l'ipocrisia che si cela dietro queste risposte: le persone dicono di non fidarsi di Facebook per quanto riguarda la tutela dei loro dati eppure continuano a usare Facebook, condividere informazioni e anche dati sensibili in maniera del tutto irresponsabile e utilizzare le credenziali di Facebook per effettuare il login su altre piattaforme. Perché così è più comodo, ci lamentiamo, ma poi per pigrizia continuiamo a perseverare nell'utilizzo del social network di cui dichiariamo di non fidarci.

Via | Cnet

Foto | rorycellan

  • shares
  • Mail