Amazon punta a fare concorrenza a PayPal per i pagamenti online

amazon.jpg

PayPal, nel corso degli anni, ha regnato in modo più o meno incontrastato nell’universo dei pagamenti online. Milioni di siti si affidano da anni a PayPal per le transazioni dei propri clienti e, complice la fornitura di un servizio credibile, professionale e sicuro, l’azienda californiana ha fatto dei passi da gigante. Da qualche ora, però, ad insidiare quel primato ci sta pensando un altro colosso del web, Amazon, che ha appena annunciato il Global Partner Program di Amazon Payments.

Amazon, tra i leader dell’e-commerce, punta proprio ad estendere la sicurezza e la familiarità dell’azienda ai partner e ai commercianti online, proponendosi come valida alternativa a PayPal: i siti di e-commerce potranno proporre ai propri clienti di pagare attraverso Amazon Payments, utilizzando così i dati delle carte di credito già associate ai propri account di Amazon.

Già da tempo Amazon permetteva l’inserimento dell’opzione “Paga con Amazon” per i commercianti online, ma questo nuovo programma punta ad estendere la possibilità di usare la piattaforma di Amazon a quelle piattaforme che forniscono i pagamenti sicuri ai siti di e-commerce. Tra i partner già annunciati, infatti, ci sono PrestaShop, Shopify e Future Shop.

Il nuovo programma è appena stato annunciato e lanciato in fase di test ad inviti in Giappone, Germania, Regno Unito e Stati Uniti.

Via | Amazon

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail