LinkedIn s’è proposto per l’intermediazione con le agenzie di lavoro

LinkedIn, il social network delle professioni, ha pianificato per il 2012 un nuovo servizio orientato alle agenzie di lavoro: Talent Pipeline sarà una piattaforma per il reclutamento dedicata alle imprese. Anziché affidarsi a uffici centralizzati, le aziende potranno sfruttare il database degli utenti di LinkedIn per le assunzioni.

In pratica, le aziende potranno “esternalizzare” la gestione delle risorse umane in rete. Gli archivi di curruculum vitæ, portfolio, ecc. già in possesso delle società potranno essere spostati su LinkedIn. Talent Pipeline consentirà d’arricchire i database grazie alle informazioni degli iscritti con la mediazione del social network.

Un tentativo d’entrare nel mercato dell’intermediazione con soluzioni più efficaci di quelle attualmente previste dalle agenzie di lavoro. Ovviamente, le imprese dovranno pagare il nuovo servizio di LinkedIn. Per chi cerca lavoro, invece, l’inserimento in Talent Pipeline dovrebbe essere gratuito. La fine delle agenzie tradizionali?

Via | The New York Times

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: