Microsoft accusa gli utenti su oltre il 50% delle infezioni da virus

Microsoft - Security Intelligence Report Vol. 11

Microsoft ha appena pubblicato il Security Intelligence Report (SIR) per il periodo da gennaio a dicembre del 2011: è un'analisi condotta su seicento milioni di sistemi in cento Paesi alla ricerca delle cause dei problemi di sicurezza su Windows. Il 92,4% delle infezioni è imputabile direttamente o indirettamente agli stessi utenti.

In particolare il 44,8% delle infezioni richiede un esplicito intervento degli utenti. Il 26% è imputabile all'utilizzo di supporti del tipo USB infetti e il 17,2% ad applicazioni presenti sul network (aziendale, nella circostanza). Il 4,4% all'apertura di file corrotti. Le falle del sistema operativo coprono solo il 4,4% dei casi.

Rispetto al tentativo di sminuire Chrome e Firefox in favore di Internet Explorer, questa ricerca di Microsoft è più meritevole d'attenzione. Quante installazioni originali di Windows sono davvero vulnerabili ai virus se non s'installano programmi “craccati” e non si aprono e-mail di SPAM? Un punto sul quale è opportuno riflettere.

Via | The H Security

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: