Intercettazioni, obbligo di rettifica e il “paradosso” per Wikipedia

Camera dei DeputatiLa cd. “legge-bavaglio”, ovvero il DDL sulla pubblicazione delle intercettazioni giudiziarie, ha subito ieri una modifica essenziale per la sopravvivenza di blog e siti web. L'emendamento, firmato dall'On. Roberto Cassinelli (PdL) e dall'On. Roberto Zaccaria (PD), è stato accettato provocando le dimissioni dell'On. Giulia Bongiorno.

In sostanza, il “famigerato” Comma 29 sull'obbligo di rettifica entro quarantotto ore dall'ingiunzione pubblicata dal richiedente riguarderà soltanto le testate registrate, escludendo perciò i blog e i siti web. Tutto tranquillo, quindi? No, perché è tornata la proposta dell'On. Maurizio Paniz (PdL) sul «carcere per i giornalisti».

La protesta di Wikipedia, auto-sospesa in attesa della decisione del parlamento, è diventata un “paradosso”. Forse, l'«enciclopedia libera» ha contribuito alla modifica del Comma 29 del DDL: al punto da esserne immune. I giornalisti che ne dovessero parlare in termini inappropriati, al contrario, rischierebbero comunque il carcere.

Via | La Repubblica

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: