Bill Gates ricorda Steve Jobs: "Un genio incredibile"

Bill Gates dedica The Two of Us dei Beatles all'amico-rivale Steve Jobs, ricordando il fondatore di Apple.

TO GO WITH US-IT-Internet-Apple-Microsoft  by Glenn Chapman (FILES) This combo shows file photos of Apple chief executive Steve Jobs (L) at the Macworld Conference on January 9, 2007 in San Francisco, California and Microsoft's former head Bill Gates (R) during the opening keynote at the RSA conference at San Francisco's Moscone Center on February 6, 2007. Steve Jobs exiting the Apple stage, perhaps not to return, signals a close to an Internet Age era with roots stretching back to the radical hippie movement of the 1960s.  His recent departure for health reasons comes some seven months after his renowned rival Bill Gates retired from Microsoft to devote himself to philanthropic work.    AFP PHOTO / FILES / GABRIEL BOUYS (Gates)      AFP PHOTO / FILES / TONY AVELAR (Jobs) (Photo credit should read TONY AVELAR/AFP/Getty Images)

Partecipando alla storica trasmissione Desert Island Discs di BBC Radio 4, Steve Jobs ha dedicato uno dei suoi otto brani musicali a Steve Jobs, definendo il fondatore di Apple morto nel 2011 un "genio incredibile". Gates, ora sessantenne, ha scelto per l'amico-rivale la canzone Two of Us dei Beatles, in particolare per la sua frase "Tu ed io abbiamo ricordi / Più lunghi della strada che si perde di fronte".

A detta di Gates, il rapporto tra i due si è sostanzialmente modificato nel corso degli anni, a partire dall'epoca in cui entrambi hanno contribuito in modo decisivo a fare la storia dell'informatica:

"Nei primi anni, il legame tra di noi è sempre stato basato sui progetti ma, quando Steve si è ammalato, è diventato più maturo, in termini di parlare delle nostre vite e dei nostri figli."

Il fondatore di Microsoft ha affermato di aver sempre invidiato a Steve Jobs le sue "incredibili abilità nel design", ricordando gli anni di lavoro insieme:

"Per un certo periodo siamo stati perfetti alleati, al lavoro sul software originale per Apple. A volte era molto duro con te e a volte molto incoraggiante. Riusciva a tirare fuori davvero il meglio dalle persone."

Per Bill Gates c'è stata spesso l'accusa di essere spietato, anche nei confronti dello stesso Jobs, nel mettere in piedi il suo impero di Microsoft. Ecco la sua risposta:

"Ero spietato se definite avere prezzi ultrabassi spietato. In questo senso, sì, eravamo molto aggressivi."

Qualche altro quote delle parole di "zio Bill" può essere trovato sul Guardian, a proposito della sua storia con la moglie Melinda e della svolta filantropica con la creazione della Bill and Melinda Gates Foundation.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail