Microsoft Security Essentials individua Chrome come malware

Microsoft Security Essentials individua Chrome come malware

La minaccia di Chrome a Internet Explorer all'interno del mercato dei browser è di mese in mese sempre più consistente, al punto da spingere Microsoft a far rilevare il browser targato Google come malware all'interno della propria suite di sicurezza Microsoft Security Essentials: stiamo ovviamente scherzando, ma tutto ciò è davvero successo nella giornata di ieri, quando MSE ha iniziato a segnalare Chrome come PWS:Win32/Zbot.

Mentre Google ha immediatamente pubblicato un workaround, anche Microsoft si è subito messa all'opera per risolvere il problema, rilasciando un aggiornamento di sicurezza con il quale Chrome è stato "riqualificato" come software non dannoso. Addirittura, prima della patch MSE disinstallava il software, impedendone anche la reinstallazione sul PC.

Come riporta TechCrunch, il problema sarebbe stato causato da un aggiornamento di Chrome non ancora "firmato" da Microsoft, il quale software di sicurezza dunque avrebbe agito correttamente da vigilante sul sistema: un evento che solleva sicuramente un interessante dibattito tra sicurezza e libertà, dove da un lato c'è la necessità per Microsoft di tenere al sicuro i propri clienti e dall'altro un mercato software in rapidissima evoluzione, che vuole ovviamente godere del proprio livello di libertà.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: