Larry Page si è scocciato di Google+?

Larry Page si è scocciato di Google+?

Al lancio di un prodotto ambizioso da parte di un'azienda, ti aspetteresti di vedere lo staff di tale società concentrato per promuoverlo. Soprattutto se il prodotto in questione è Google+ e il tuo obiettivo è quello di riuscire a scalzare Facebook. Soprattutto se in qualità di CEO, hai legato il bonus dei tuoi dipendenti a Google +1, funzionalità legata proprio a Google+.

E invece, sembra che Larry Page si sia già scocciato di Google+, almeno stando al suo profilo personale sul quale non è presente nessun aggiornamento dal 15 agosto in poi: oltre un mese di silenzio, durante il quale Page deve aver deciso di aver di meglio da fare, o forse ha condiviso solo post privati all'interno delle proprie cerchie. L'assenza del CEO di Google dalla propria creatura, in realtà confermerebbe secondo 89n il trend di calo delle condivisioni pubbliche su Google+, sceso del 41% nel corso degli ultimi due mesi.

Qualcuno potrebbe obiettare che anche da Mark Zuckerberg su Facebook non vengono chissà quanti aggiornamenti, anzi dando un'occhiata alla bacheca di Zuck sembra emergere la stessa identica frequenza di post di Page su Google+. Ma a differenza di quest'ultimo, Facebook è sicuramente un'entità in grado di andare avanti coi propri piedi, senza aver bisogno che Zuckerberg stia continuamente ad aggiornare il proprio profilo: si può dire lo stesso di Google+? Sicuramente no, a meno che Page non abbia deciso di lasciare tutto nelle mani di Vic Gundotra, Senior Vice-President of Social Business presso Google.

Considerando quanto ricordato a inizio post, la cosa fa in ogni caso almeno sorridere. Tornando a Google+ invece, che uso ne state facendo attualmente? L'avete già dimenticato o avete effettuato definitivamente lo switch?

Via | Cnet

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: