Revenge p0rn, due anni e mezzo di prigione per il proprietario del sito Is Anyone Up

revenge-p0rn.jpg

Aprire e far funzionare il sito Is Anyone Up costerà caro ad Hunter Moore, nome dell'individuo dietro al portale specializzato in revenge p0rn, adesso chiuso. Il proprietario del sito dovrà infatti scontare due anni e mezzo di prigione, dopo i quali sarà anche soggetto a tre anni di libertà condizionata durante i quali dovrà fornire dettagli alle autorità su qualsiasi "computer, dispositivo, nome, password, account email o ISP" legato alla propria persona.

Hunter Moore dovrà anche pagare una multa di 2.000 dollari per il periodo in cui Is Anyone Up ha permesso ai propri utenti di effettuare l'upload di foto vietate ai minori senza il consenso dei soggetti ritratti, spesso accompagnati anche da nomi completi e informazioni di contatto per rendere la loro vita un incubo. Nonostante il sito affermasse di ricevere materiale dai propri iscritti, è stata anche provata l'attività di Moore per ottenere dietro pagamento foto prese da account email bucati.

Dopo essere stato arrestato dall'FBI, Moore si è professato colpevole delle accuse di hacking, riuscendo a spuntare una pena di due anni e mezzo di reclusione a fronte dei sette che avrebbe invece potuto scontare come massimo. Il minimo era invece di due anni. Il suo collega in affari, Charles Evens, è stato condannato a due anni e un mese qualche settimana fa, dopo aver ammesso di aver rubato foto sexy da centinaia di account email.

Via | Motherboard

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail