Do Not Track: il W3C ha iniziato a lavorare allo standard per il web

Do Not Track - W3CLa funzione di Do Not Track, presente su Firefox 4 e successivi, diventerà uno standard del W3C di prossima implementazione su tutti i browser: Microsoft aveva già proposto la propria soluzione su Internet Explorer 9. Si tratta di un componente utile a “eludere” il tracciamento dei propri dati personali quando si visita un sito web.

Il World Wide Web Consortium (W3C) intende organizzare un tavolo di lavoro per coniugare gli aspetti più positivi delle proposte che sono state fatte e standardizzare il Do Not Track affinché gli sviluppatori di siti web possano adeguarsi. Microsoft definisce la stessa funzione Tracking Protection mentre Google offre un'estensione.

I risultati potrebbero essere pubblicati già entro la prima metà del 2012: gli ostacoli da affrontare sono diversi, soprattutto perché Europa e Stati Uniti hanno normative disomogenee, riguardo alla privacy e al “tracciamento” degli utenti sul web. Il gruppo di lavoro del W3C dovrà prendere in considerazione tutte queste variabili.

Via | W3C

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: