Pirateria, Google deve rimuovere fino a 1500 link al minuto

google.jpg

Google ha un gran lavoro da fare nel rimuovere quotidianamente i link che vengono segnalati in relazione ai contenuti protetti da copyright indicizzati dal motore di ricerca. Se fino a qualche anno fa le richieste di rimozione legate al Digital Millennium Copyright Act (DMCA) si aggiravano intorno a qualche migliaio al giorno, ora la situazione è diventata davvero assurda.

Ogni giorno Google deve processare fino a 1.500 link al minuto, con un aumento del 100% rispetto all’anno precedente. A rivelarlo è la stessa Google, secondo la quale il mese scorso ha ricevuto richieste da 5609 diversi detentori di copyright per un totale di 65 milioni di link da rimuovere per oltre 68 mila domini diversi, praticamente 2 milioni di link al giorno da rimuovere.

Tra le organizzazioni più attive nelle richieste ci sono la British Recorded Music Industry (BPI) e la Recording Industry Association of America (RIAA), pronte a lamentarsi di come Google dovrebbe essere ancor più aggressiva in questo processo di rimozione.

O meglio, i diretti interessati continuano a chiedere a Google di oscurare per intero i siti più attivi nel settore della pirateria digitale, ma l’azienda di Mountain View continua a preferire questo approccio più chirurgico, oscurando le singole pagine di volta in volta.

La pirateria, nonostante questo intervento massiccio, continua a godere di ottima salute, così le vendite di musica e i biglietti del cinema, ma anche i servizi di streaming come Spotify e Netflix. Eppure, migliaia di dollari ogni giorno vengono spesi per pratiche come queste.

Via | TorrentFreak

  • shares
  • Mail