OneDrive, Microsoft torna indietro sui tagli: ecco come mantenere lo spazio gratuito

onedrive.jpg

12 dicembre 2015 - Le proteste degli utenti sembrano aver sortito l’effetto sperato, anche se solo in parte. Microsoft ha appena annunciato di aver fatto un piccolo passo indietro e di aver deciso di riportare a 15 GB lo spazio cloud disponibile gratuitamente per gli utenti di OneDrive, ma solo a quelli che ne faranno richiesta.

Sì, perchè qui sta la furbata di Microsoft: i tagli in programma verranno comunque effettuati, ma gli utenti che vorranno evitare di vedersi ridurre lo spazio di archiviazione gratuito a 5 GB dovranno dire a Microsoft di non farlo. Per farlo bisogna visitare questo indirizzo e cliccare su Keep your free storage.

Facendo così, spiega Microsoft, il vostro account non passerà da 15 GB a 5 GB e manterrete anche lo spazio di 15 GB da riservare esclusivamente alle vostre fotografie. Il link, ovviamente, ha una scadenza: per chiedere a Microsoft di non ridurvi lo spazio gratuito avrete tempo fino al 31 gennaio 2016.

OneDrive, Microsoft riduce lo spazio cloud per tutti gli utenti

Pochi mesi fa siamo stati tra i primi ad elogiare Microsoft in seguito alla decisione di aumentare a dismisura lo spazio cloud messo a disposizione degli utenti di OneDrive. Ora, però, l’azienda di Redmond ha deciso di tornare sui propri passi, annunciando imminenti riduzioni di quello spazio per tutti gli utenti del servizio, da quelli free a quelli business.

La decisione, spiega Microsoft, è stata presa dopo che alcuni utenti avrebbero abusato dello spazio illimitato offerto. Ci sono stati casi in cui gli utenti avrebbero archiviato fino a 75 TB di dati in un singolo account. Di fatto, a partire dalle prossime settimane:


  • non verrà più offerto spazio illimitato agli utenti di Office 365 Home, Personal e University. A partire da adesso, queste sottoscrizioni includeranno 1 TB di spazio su OneDrive;

  • i piani da 100 GB e 200 GB spariranno come opzione per i nuovi utenti, mentre chi ha già sottoscritto uno di quei piani si vedrà ridotto lo spazio a 50 GB al prezzo di 1,99 dollari al mese a partire dall’inizio del 2016;

  • lo spazio gratuito di OneDrive sarà ridotto da 15 GB a 5 GB per tutti gli utenti, nuovi e vecchi;

  • il bonus di 15 GB per le fotografie caricate da smartphone e tablet sarà eliminato a partire dai primi mesi del 2016.

Insomma, in casa Microsoft sembrano essersi accorti di aver fatto il passo più lungo della gamba, ma questo dietrofront, ne siamo sicuri, costerà all’azienda bene più di qualche utente. La concorrenza, c’è da giurarci, è già pronta ad accogliere migliaia di utenti delusi.

Via | Microsoft

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: