Facebook M: le 3 richieste più popolari fatte all'assistente vocale

Quali sono le richieste più gettonate che facciamo all'assistente vocale M di Facebook? Eccole.

mark zuckerberg

Facebook - Vi siete mai chiesti quale tipo di richieste gli utenti facciano a M, il nuovo assistente vocale di Facebook? In realtà per adesso M è utilizzabile solamente da un piccolo gruppetto di tester, tuttavia rispondere a tale domanda è importante in quanto rivelano all'azienda ciò che gli utenti vogliono da M e spiegano agli operatori come fare per mostrare al pubblico tutte le potenzialità inesplorate di M. Tecnicamente su Messenger M permette agli utenti di fare qualsiasi richiesta e le risposte al momento vengono date da un mix di persone reali e intelligenza artificiale. La speranza è che col tempo gli umani riescano ad insegnare all'IA a rispondere anche alle domande più complicate per conto proprio. Se M avesse successo, ecco che il roll out potrebbe essere esteso, facilitando così la vita agli utenti.

Certo, per adesso i costi gestionali sono alti, tuttavia non è detto che in futuro Facebook non riesca a monetizzare anche M: magari potrebbe prendere per sé un margine degli introiti relativi agli acquisti o le prenotazioni fatte con M oppure potrebbe vendere spazi pubblicitari agli inserzionisti ogni volta che si fa una richiesta ad M relativa al brand o all'azienda di quell'inserzionista. Ma queste sono tutte ipotesi, quello che ci interessa è andare a vedere le tre richieste più popolari che gli utenti fanno ad M di Facebook:

  1. suggerimenti e prenotazioni ristoranti: la gente indica il tipo di cibo, la distanza, il prezzo, qualche particolarità desiderata dal ristorante ed ecco che M li guida verso il ristorante ideale, prenotando per loro anche il tavolo
  2. ricerca di locali, aziende, servizi di cui hanno bisogno: di solito gli utenti chiedono dove possono acquistare tale cosa, cosa possono vedere nelle vicinanze, dove prenotare un appuntamento per quella determinata attività e M fornisce loro le indicazioni adatte
  3. assistenza nell'acquisto online: al posto di dover andare fisicamente in un negozio o dover gestire il pagamento online, ecco che M potrebbe aiutare negli acquisti sfruttando anche le informazioni di pagamento che abbiamo consegnato a Facebook. In questo modo l'utente può effettuare l'acquisto con il minimo sforzo da parte sua

Qui di seguito trovate altri tipi di richieste che gli utenti rivolgono a M di Facebook:

  • ordinare fiori
  • dove mangiare
  • organizzare viaggi
  • vedere le previsioni del tempo
  • ricordarsi di appuntamenti
  • discutere con aziende per annullare servizi, ottenere rimborsi o sconti
  • sistemare problemi relativi a macchine a noleggio come ritardi nel pagamento
  • chiedere aiuto per recuperare un'auto in panne
  • prenotare una stanza d'albergo all'ultimo minuto (magari perché si è rimasti chiusi fuori casa)
  • ricevere assistenza quando si viaggia
  • recupero di oggetti smarriti (questo grazie alla capacità di M di comunicare con la gente del luogo nella loro lingua)
  • pianificare un matrimonio organizzando i fornitori, i fiori, trucco e parrucco...
  • prenotare una vacanza dal volo alla creazione di itinerari
  • aiutare i neo genitori nella gestione della quotidianità

Via | Techcrunch

Foto | techcrunch

  • shares
  • Mail