Klink, il social network dove si viene pagati in base alla visualizzazione delle foto

Oggi parliamo di Klink, un social network dove si viene pagati in base alla visualizzazione delle foto. Ecco come funziona.

Klink - Volete fare qualche soldo con i social network? Un po' in stile Tsu per intenderci? Ecco, non ci ricaverete uno stipendio, ma qualche euro in più piace a tutti. Ecco che allora oggi parliamo di Klink, un social network dedicato alla fotografia e che paga gli utenti in base al numero di visualizzazione delle foto. Certo, a tutti piacciono i Like, ma se questi Like portano anche soldi è meglio. Ovviamente non è tutto così semplice come appare a prima vista, non è che i vostri amici e parenti vi mettono dieci Like su una foto e diventate milionari.

Klink: come funziona il social network?

Obiettivamente non è che con Klink si guadagni poi molto. Avete bisogno di tantissime visualizzazioni. Ogni 1000 visualizzazioni (che devono essere uniche), vi arriveranno due dollari. Tuttavia Klink vi dà la possibilità di promuovere i vostri post e di essere messi fra gli utenti in evidenza, ma per fare questo dovrete effettuare un acquisto in-app di 99 centesimi. Il che facendo due conti vuol dire che i primi due dollari guadagnati si dimezzano a uno. Gli utenti che pagheranno questi 99 centesimi, finiranno nel feed noto come Featured, godendo di maggiore visibilità. Gli utenti con alti numeri di visualizzazione, invece, andranno nel tab Creators presente nella home screen.

La videocamera dell'app vi permetterà di creare montaggi sfruttando sia le foto della galleria sia gli scatti live, mentre sarà possibile anche postare video in slow motion e in versione reverse. L'app utilizza una API grafica intelligente per aiutare gli utenti a trovare le immagini cercate tramite i termini immessi nella Search e gli hashtag.

Se vi state chiedendo il perché del nome Klink, è presto detto: ricorda il suono tintinnate delle monete che cadono. Diciamo che Klink è un social network con una meccanica di base già vista, non è certo una novità. Tuttavia la sua peculiarità sta nel fatto che è sì un servizio che si offre di pagare in base a quanto i contenuti postati abbiano successo, ma più che altro è stato creato proprio con l'idea di essere un social network. E i soldi li prende grazie ai banner pubblicitari e agli annunci pubblicitari nativi degli inserzionisti.

Al momento Klink è disponibile gratuitamente sull'App Store, qui siamo arrivati alla versione 1.2.5, mentre su Android è ancora in versione beta. Permane un dubbio: che tipo di soggetti sceglieranno gli utenti per aumentare il numero di visualizzazioni? Temo un abuso di gattini e di foto scollacciate, voi che dite?

Via | The Next Web

Foto | Screenshot multipli dall'App Store

  • shares
  • Mail