Edward Snowden su Twitter dimentica le notifiche attive e riceve 47 GB di email

Aggiornamento del 2 ottobre 2015 - A cura di Rosario.

Sarà anche un esperto in sicurezza e uno dei personaggi più ricercati d'America, ma come suggerisce Cnet è anche un essere umano. Stiamo parlando di Edward Snowden, whistleblower del caso Datagate approdato su Twitter con un account ufficiale qualche giorno fa.

Proprio l'arrivo sul social network ha causato un piccolo "incidente" per Edward Snowden: come egli stesso ha dichiarato in un messaggio successivo, avrebbe infatti dimenticato le notifiche attive, ricevendo tonnellate di email per follower, retweet e altri tipi di azioni alle quali Twitter associa l'invio di un'email a ogni utente.

Finché si tratta di un perfetto sconosciuto non c'è ovviamente niente di male, ma per capire l'accaduto basta pensare che al momento Snowden conta oltre 1 milione di follower: il risultato sono infatti stati 47 Gigabyte di notifiche, recapitate nel suo indirizzo email. A quanto pare, come da lui scritto all'interno del tweet sopra menzionato, ha imparato la lezione (ed evidentemente anche come tirarsela un po'!):


Edward Snowden è su Twitter

FRANCE-US-EU-SURVEILLANCE-SNOWDEN

Post originale del 29 settembre 2015 - A cura di Rosario.

Edward Snowden ha un account Twitter. Il whistleblower del caso Datagate ha deciso di aprire finalmente un account pubblico sul social network, dal quale comunicherà con l'esterno. "Lavoravo per il governo, ora lavoro per il pubblico" è la descrizione del suo profilo, dal quale è arrivato inevitabilmente anche qualche tweet.

Il primo in assoluto lo potete vedere qui sotto: "potete sentirmi?", già a 24.000 retweet e 18.000 stelline, accompagnato poi da uno scambio con Neil deGrasse Tyson sulle attività di Freedom of the Press, la fondazione attualmente guidata dallo stesso Snowden.


Non mancheremo naturalmente di seguire l'account di Edward Snowden su Twitter, social network sul quale la sua voce era spesso arrivata tramite il giornalista Glenn Greenwald.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail