L'amministrazione Obama sostiene la delibera AgCom anti-pirateria

censura

La delibera AgCom contro la pirateria e la violazione del diritto d'autore, con tutte le sue polemiche, arrivano anche oltre oceano. Il giornalista Luca de Biase ha diffuso tutte le informazioni riguardanti la direttiva in lingua inglese, permettendone una maggiore diffusione a livello internazionale. Per tutti i dettagli sulla normativa vi rimando alla panoramica riassuntiva (con spiegazioni e dichiarazioni) pubblicata quest'oggi.

Ciò che scopriamo grazie a De Biase è che l'amministrazione Obama sostiene la normativa e l'implementazione specifica. Secondo quanto rivela De Biase:

La FIMI ha fatto circolare una mail a riguardo del supporto dell'amministrazione Obama ad AgCom, citando questo documento statunitense: “Gli Stati Uniti incoraggiano l'Italia ad assicurare che le normative AgCom vengano rapidamente diffuse e implementate, che queste creino un meccanismo effettivo contro la pirateria del copyright su Internet e che identifichino qualsiasi genere di pirateria che possa nascere online.

La citazione proviene da un'incontro riassuntivo di Aprile 2011 con i rappresentanti dell'U.S. Trade. Il paragrafo che riguarda l'Italia cita:

L'Italia rimane sulla lista d'osservazione con un controllo Out-of-Cycle da effettuare entro l'anno. L'Italia continua a far progressi nel migliorare la protezione IPR nel 2010, comprendendo la crescente cooperazione con i funzionari di polizia e un rafforzamento delle azioni contro un certo tipo di violazioni IPR. Gli Stati Uniti si preoccupano però che tutto questa azione contro la pirateria del copyright continui ad essere inadeguata e che la pirateria stessa continui a crescere, danneggiando seriamente il mercato legale della distribuzione di materiale con diritto d'autore. Gli Stati Uniti accolgono con gioia i recenti sforzi di identificare le fonti di pirateria su Internet e e auspica misure per contribuire a risolvere questo problema. Nello specifico, le regolamentazioni proposte dell'Autorità delle Comunicazioni Italiana (AGCOM) potrebbe fornire ai possessori di diritti una possibilità in più per frenare le violazioni di IPR online in modo efficace. [...] Gli USA continueranno a lavorare con l'Italia per riuscire in questa ed altre iniziative.

[Via Luca De Biase | Foto Flickr]

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: