Microsoft Office 365 in diretta concorrenza con Google Apps?

microsoft office 365

Office 365 è disponibile da oggi e abbiamo parlato delle prime impressioni del Guardian. Torno sull'argomento perchè c'è tanta carne al fuoco: se Office costituisce il miglior monopolio ottenuto da Microsoft negli anni, regalando un profitto del 60% per ogni copia venduta, Office 365 manterrà questo primato? Riuscirà a contenere la "minaccia" di Google Apps con il proprio cloud?

Questi sono gli interrogativi principali che ci si pone con il lancio del nuovo servizio. Office 365 nasce come alternativa cloud alla popolare suite desktop, estendendone e aggiornandone le funzionalità. La rivalità tra Microsoft e Google per il predominio dei servizi online è già iniziata prima dell'odierno lancio di Office 365: Lunedì notte Google ha pubblicato un post intitolato "365 reasons to consider Google Apps", ovvero le 365 ragioni per considerare Google Apps.

L'obiettivo di Google è quello di minare il monopolio di Microsoft Office, dirottando gli utenti ai propri servizi per otterne ulteriore profitto. A contribuire al cambio di rotta di Microsoft (dai servizi desktop tradizionali alla possibilità di utilizzarli anche online) ci sono persone come Tom Conophy: parliamo dello chief information officer dell'InterContinental Hotels Group che, all'inizio dell'anno, ha deciso di far passare i propri 25.000 dipendenti da Office e mail Microsoft alle alternative web offerte da Google. Circa 6.000 dipendenti della compagnia si sono già convertiti a Google con ottimi risultati, permettendo di risparmiare milioni di dollari ogni anno.

Microsoft ha quindi capito la portata della perdita e l'obiettivo è quello di arginarne altre in futuro con una versione cloud della mail, della suite Office, con altri strumenti per la collaborazione tra colleghi. Google non è indifferente alla pressione, tanto che nel post di Lunedì ha deciso di "voler aiutare gli utenti a fare una scelta informata", affermando che "Office 365 è per gli individui. Apps è invece per i team" e "Office 365 è creato per Microsoft. Apps è creato per la scelta", partendo dal presupposto che

Office 365 è ottimizzato per i terminali e i PC con Windows, il che riduce la vostra flessibilità. Le nostre applicazioni sono create per lavorare bene su qualsiasi terminale e sistema operativo. Desktop, laptop, Chromebook, tablet, smartphone. Windows, Mac, Linux, Android, Blackberry, iOS, Windows Mobile.

Office 365 è comunque raggiungibile da qualsiasi tablet o smartphone, mentre Google suggerisce sia ottimizzato solo per PC. Microsoft non si è mossa prima perchè, secondo gli analisti, ha voluto scommettere sulle offerte e le fasce di prezzo. La compagnia non è ancora certa che la propria strategia funzioni, ma l'idea è quella di correre incontro alla domanda di strumenti su base cloud soprattutto per il mercato business, promettendo risparmi per le compagnie. Un analista di Gartner, Matt Cain, rivela che un fallimento di Microsoft apre completamente le porte a Microsoft, mettendo in pericolo tutto il predominio acquisito da tempo sul franchise Office.

Google intanto commenta l'arrivo di Office 365 come una capitolazione da parte di Microsoft:

Si tratta di un riconocimento che la nostra attività è reale. Abbiamo aiutato a far muovere l'ago della bilancia nel mercato.

Queste le parole di David Girouard, presidente della divisione enterprise di Google. Gli utenti attivi di Google Apps sono più di 30milioni, di cui 12 milioni sono studenti e professori che ottengono accesso gratuito alle app. Gli utenti business e legati a corpi governativi pagano 50 dollari l'anno, regalando a Google guadagni per $269 milioni solo nell'ultimo anno. Secondo Google questo è il momento delle App: sempre più agenzie, organi, uffici e compagnie adottano la soluzione di Google con un rinnovo del 90%.

Riuscirà la soluzione di Microsoft a invertire la tendenza?

[Via The Guardian]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: