Facebook accusato di mentire, barare e rubare contenuti video di YouTube

Facebook è stato accusato di mentire, barare e rubare contenuti video a YouTube. Ecco come sono andate le cose.

facebook youtube

Facebook vs YouTube - A quanto pare Facebook è stato accusato di pirateria da parte di una star di YouTube, Hank Green. Insieme al fratello John è noto per via del suo canale Vlogbrothers, il quale vanta più di 552 milioni di visite e 2.6 milioni di seguaci. In un post sl blog, Green ha colpito duramente Facebook accusandolo di "bugie, truffa e furto". Green ha fatto notare che mentre per visione su YouTube si intende una visualizzazione di 30 secondi, su Facebook si scende a quota 3 secondi. Questo, sempre secondo Green, serve a gonfiare i dati di visualizzazione, anche se pure ComScore adotta la regola dei 3 secondi.

La star di YoTube Hank Green si scaglia contro Facebook

Ma cosa ancora più importante: Green contesta il modo in cui Facebook gestisce la gente che strappa i video da YouTube e li carica sulla piattaforma. Secondo Hank Green "Un video di YouTube SciShow caricato su Faceboo raggiungerà circa 20.000-50.000 persone e sarà visto da un centinaio di utenti. Lo stesso video caricato nativamente otterrà una portata compresa fra i 60.000 e 150.000 e verrà visto da decine di migliaia di persone".

Il problema è che Facebook ci mette troppo a togliere i video piratati e caricati abusivamente sulla piattaforma e ora che l'ha fatto, il video è stato ormai visto da tutti. Anche Destin Sandline, il quale gestisce un canale su YouTube, all'inizio dell'anno aveva pubblicato un video che parlava del problema, dopo che il suo video era stato rubato e caricato sulla pagina Facebook di una filiale della Bauer Media Group, ottenendo qualcosa come 17 milioni di visualizzazioni.

Gli strumenti in mano a Facebook per quanto riguarda i diritti di copyright sono alquanto limitati, di sicuro non all'altezza del Content ID di YouTube. Praticamente per Facebook è impossibile cercare in automatico i contenuti piratati. Altro dettaglio: YouTube consente ai creatori di video di segnalare i video presi illecitamente e di reclamare gli eventuali ricavi, possibilità negata a chi si vede rubare un video su Facebook

La difesa di Matt Pakes di Facebook

Matt Pakes di Facebook, in risposta alle accuse di Hank Green, ha così rassicurato: "Mentre il settore video continua a crescere rapidamente su Facebook, stiamo esplorando attivamente altre soluzioni per aiutare i proprietari a identificare e gestire contenuti che hanno subito violazioni di copyright, il tutto studiato su misura per la nostra piattaforma. Questa è una sfida tecnica significativa, ma abbiamo un intero team al lavoro sul problema e ci aspettiamo di condividere più informazioni entro la fine dell'estate".

In risposta poi alle accuse di Green, Pakes si è così difeso: "Se guardi un video per almeno tre secondi, segnali a Facebook che non stai solamente scorrendo il feed, ma che hai l'intenzione di guardare quel video. Tuttavia forniamo anche strumenti dettagliati per aiutare le Pagine a comprendere meglio come le persone rispondano ai loro video postati su Facebook".

Via | Forbes

Foto | 107790207@N08

  • shares
  • Mail