Windows 10, Microsoft rende più difficile sostituire Edge

Mozilla contesta a Microsoft le modifiche di Windows 10: la società di Redmond risponde.

windows-10-edge1.jpg

Aggiornamento del 19 ottobre 2015 - A cura di Rosario.

Passare da Edge a un nuovo browser non sarà così semplice in Windows 10. The Verge riporta infatti una schermata proveniente da una nuova versione preview del sistema operativo, per l'esattezza la build 10568, all'interno della quale l'azienda di Redmond sembra avere inserito una finestra di dialogo aggiuntiva destinata a far discutere.

Se l'utente prova a scaricare e installare Chrome o Firefox, per poi impostarlo come browser di default, Windows 10 mostrerà a quanto pare una richiesta di conferma intitolata più o meno "date a Microsoft Edge una possibilità". Nel prompt verrebbero poi elencate alcune funzioni come la possibilità di annotare direttamente sulle pagine web, l'integrazione con Cortana e la modalità lettura, ma ciò che è destinato a sollevare le polemiche è il bottone "non cambiare e prova ora" in bella vista.

I produttori di browser rivali di Microsoft Edge saranno sicuramente imbufaliti nel vedere una cosa del genere: già qualche tempo fa, del resto, Mozilla si era schierata contro Microsoft per accusandola di aver reso troppo difficile il passaggio da Edge a un altro browser in Windows 10, situazione che sembra destinata a peggiorare se i contenuti di questa build 10568 dovessero poi trovare strada nella versione casalinga del sistema operativo.

A quanto pare, Microsoft starebbe facendo la stessa cosa anche per altre applicazioni, come per esempio quelle che permettono di visualizzare foto, video e musica. Non ci resta che sperare nella possibilità per la società guidata da Satya Nadella di rivedere un po' questa funzione.

Windows 10: Mozilla si scaglia contro Microsoft

Post originale del 31 luglio 2015 - A cura di Rosario.

A seconda della fortuna di ognuno, l'aggiornamento a Windows 10 si sta rivelando un'esperienza variegata per chi lo effettua. Se c'è qualcuno a cui il nuovo sistema operativo proprio non è andato giù, questo è Mozilla, che nelle ultime ore ha aperto la polemica nei confronti di Microsoft.

A muoversi è stato il CEO in persona, Chris Beard, in una lettera aperta indirizzata all'azienda di Redmond: inutile dire che le accuse ruotano intorno a Edge, nuovo browser Microsoft che Windows 10 imposta come predefinito una volta effettuato l'aggiornamento, anche se precedentemente questo era Chrome, Firefox o qualsiasi altro programma.

Nella lettera che Beard ha destinato al proprio pari in Microsoft, Satya Nadella, si parla anche dei tentativi di Mozilla di collaborare con il team al lavoro su Windows 10 nel momento in cui in Mozilla si sono resi conto dei cambiamenti che avrebbe portato il nuovo sistema operativo, senza però ottenere successo.

Per dimostrare la propria tesi, Mozilla ha anche pubblicato il video che vedete qui sopra, mostrando come sia poi difficile modificare le impostazioni relative al browser predefinito per riportarle allo stato precedente. La risposta di Microsoft non ha tardato ad arrivare, dalle pagine di The Verge:

"Abbiamo disegnato Windows 10 per fornire un'esperienza d'aggiornamento semplice e uniforme dopo l'upgrade. Durante l'aggiornamento, i consumatori possono scegliere i programmi predefiniti, inclusi i browser. Dopo l'aggiornamento, possono facilmente scegliere il browser predefinito che preferiscono. Come tutti gli aspetti del prodotto, abbiamo disegnato Windows 10 come un servizio; se dall'esperienza degli utenti arrivano indicazioni per apportare migliorie, le apporteremo."

windos-10-pc.png

Via | Engadget.com

  • shares
  • Mail