Leire Pajín e la legge bavaglio spagnola che si abbatterà sui blog

Leire Pajín

Venerdì scorso il Consiglio dei Ministri spagnolo ha presentato al Governo locale una legge sulla parità di trattamento e non discriminazione proposta da Leire Pajín, ministra della sanità in carica dal 2010. La legge è stata pensata per limitare la proprietà privata e la capacità delle singole imprese di impostare il proprio business, andando a toccare anche l'ambito dei blog. L'articolo 1 di questo progetto di legge dice che così si "regolano i diritti e doveri delle persone, fisiche o giuridiche, pubbliche o private". L'articolo 3 segnala che "questa legge si applicherà a tutti gli ambiti della vita politica, economica, culturale e sociale".

L'articolo 4, in particolare, risulta particolarmente censorio affermando che "questa proibisce qualsiasi condotta, atto, criterio o pratica" che vada contro gli ampissimi e contraddittori concetti di discriminazione previsti dalla legge in questione. Alcuni degli esempi a seguire andrebbero a colpire gravemente la libertà di espressione dei blogger:

  • Moderazione dei commenti

  • l'utente è passibile di multa se modera i commenti nel proprio blog e se basa la propria politica di moderazione su qualsiasi criterio che possa essere ritenuto discriminatorio per ragioni di "nascita, origine razziale o etnica, sesso, religione, convinzione o opinione, età, incapacità, orientamento o identità sessuale, infermità, lungua o altre condizioni/circostanze personali o sociali (articolo 2). Un esempio: un blog potrebbe essere multato nel caso in cui le norme di partecipazione indichino l'utilizzo di lingue come il catalano o il gallego, chiedendo di tradurre i commenti in altre lingue. In questo caso la discriminazione per ragioni di lingua sarebbe punita. Il blog deve accettare contenuti di qualsiasi tipo in qualsiasi altra lingua.

  • Argomento specifico del blog

  • se curiamo un blog interamente dedicato a Mac e un troll imperversa nei commenti, chiedendo che si parli di Windows, non possiamo bannarlo anche se il comportamento è palesemente di disturbo perchè potremmo essere accusati di discriminazione per ragioni di opinione. I blog politici non potranno moderare i commenti di fazioni opposte per lo stesso motivo, rischiando una segnalazione nello stesso senso. Le multe per le infrazioni in questo senso vanno da 10.000 a 60.000 euro, scavalcando la libertà del proprietario del blog di instaurare delle regole di moderazione adeguate.

  • Discriminazione indiretta

  • se il blog non discrimina per ragioni di lingua o opinione, può incappare nell'accusa di discriminazione indiretta. Secondo l'articolo 5, questa si verifica quando "una disposizione, criterio o pratica apparentemente neutra causa o può causare ad una o più persone una situazione di svantaggio rispetto ad altri". Un concetto talmente aperto e vago che lascia aperta la possibilità di accuse e contestazioni totalmente assurda. Il proprietario di un blog potrebbe essere multato per aver usato ad esempio una lingua non compresa da un utente su mille.

  • Rappresaglia

  • oltre ad essere denunciato per uno dei motivi di cui sopra, il proprietario del blog potrebbe essere ulteriormente multato per ciò che nell'articolo 10 viene definita come rappresaglia: qualsiasi trattamento sfavorevole o conseguenza negativa sofferta da una persona tanto da spingerla ad intervenire, partecipare o collaborare in un processo amministrativo o giudiziario destinato a impedire o far cessare una situazione discriminatoria". Anche in questo caso, le accuse sono vaghe.

    Qualsiasi azione intrapresa su un blog potrebbe essere ritenuta discriminatoria e passibile di sanzioni, almeno secondo la legge proposta. I proprietari dei blog spagnoli accusati di discriminazione risponderanno direttamente al Governo, come sancito dalla legge. L'accusato dovrà dimostrare la propria innocenza (particolare che viola la presunzione di innocenza sancita dalla costituzione spagnola).

    Una simile legge si configura come un vero e proprio pericolo per la blogosfera spagnola, che si troverebbe a gestire un far west di accuse basate sul nulla.

    [Via Outono]

    • shares
    • Mail
    13 commenti Aggiorna
    Ordina: