Facebook combatterà la pornografia minorile con Microsoft e PhotoDNA

Microsoft PhotoDNAFacebook combatterà l'eventuale presenza di fotografie di carattere pedo-pornografico sul social network grazie a PhotoDNA, una tecnologia realizzata da Microsoft per identificare questo tipo di contenuti. È la prima società ad adottare il software di controllo concepito da Microsoft Research, poi perfezionato dal Dartmouth College.

L'iniziativa è molto importante perché Facebook è diventato rapidamente l'archivio per la condivisione di foto più ampio di tutto il web. Microsoft ha donato PhotoDNA al National Center for Missing and Exploited Children (NCMEC), che effettua 250.000 scansioni di fotografie alla settimana per identificare i contenuti inappropriati.

PhotoDNA disseziona le fotografie creandone una sorta d'impronta digitale: anche laddove fossero alterate, il software è in grado di riconoscerle. Non importa quanto sia vasto il database su cui cercarle. Un'altra applicazione di PhotoDNA è per la ricerca dei bambini scomparsi, un progetto per il quale Facebook collabora col NCMEC.

Via | Digital Trends

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: