LimeWire ha pagato $105 milioni alla RIAA e niente è per gli artisti

RIAALa Recording Industry Association of America (RIAA) ha ricevuto il risarcimento dovuto da LimeWire per la condanna inflitta dalla Corte federale degli Stati Uniti. Per aver permesso il download di contenuti protetti da copyright attraverso il proprio network, LimeWire ha pagato $105 milioni: circa $10,808 per ogni traccia scaricata.

Rispetto al massimo della pena previsto dalle norme statunitensi, LimeWire ha avuto un forte sconto: il risarcimento poteva essere anche di $150,000 a traccia. Ciò nonostante, per le etichette discografiche si può parlare di una «vittoria mutilata». Perché nessuna percentuale di quel risarcimento andrà mai agli artisti danneggiati.

La RIAA, infatti, ha già fatto sapere di voler reinvestire l'intero importo ricevuto nella lotta alla pirateria informatica. Artisti e gruppi danneggiati dal download illegale non avranno alcun tipo di rimborso. Una decisione abbastanza singolare, considerando i motivi alla base della condanna di LimeWire: qual è ora la parte lesa?

Via | TorrentFreak

  • shares
  • Mail