Twitter blocca Politwoops rendendo più difficile catturare le gaffe dei politici

Twitter ha deciso di bloccare l'accesso alle API a Politwoops, cosa che renderà più difficile catturare e condividere le gaffe politiche.

Twitter

Twitter - Con i social media fare gaffe è diventato un incubo: uno screenshot, un salvataggio, qualche condivisione ed è fatta: tutti sanno del tuo errore. Ecco che allora Twitter ha deciso di tagliare fuori Politwoops. Politwoops si definisce "l'unica collezione completa di tweet cancellati dai politici americani che offre una panoramica di quello che speravamo di non dover mai vedere". Ecco che allora da adesso Politwoops non ha più accesso alle API di Twitter, paralizzando in questo modo la sua capacità di monitorare automaticamente i tweet e dunque bloccando anche quella di farli conoscere al mondo.

Twitter dice basta a Politwoops e alle gaffe politiche

Politwoops è stato lanciato nel 2012 dalla Sunlight Foundation, un'organizzazione no-profit realizzata con lo scopo di rendere i politici più responsabili nei confronti del pubblico. Ecco che però Politwoops venerdì scorso ha postato un messaggio per avvisare gli utenti che il servizio aveva dei problemi. Nel messaggio si leggeva questo: "La versione Usa di Politwoops sta tristemente subendo un'interruzione che sta provocando l'assenza di nuove cancellazioni [tweet/gaffe di politici scritti e poi prontamente cancellati] sul sito".

Quando questo messaggio è stato pubblicato, probabilmente Politwoops non era a conoscenza della causa del problema. Cosa che si è scoperta solamente mercoledì quando Twitter ha rilasciato una dichiarazione che spiegava perché avessero deciso di bloccare l'accesso di Politwoops alle API: "Proprio oggi abbiamo parlato con la Sunlight Foundation per dirgli che non ripristineremo l'accesso del sito Politwoops alle API. Sosteniamo fortemente la missione della Sunlight Foundation per aumentare la trasparenza nella politica e l'utilizo della tecnologia e dei dati per avere un governo maggiormente responsabile verso gli elettori, ma conservare i tweet eliminati viola i nostri accordi. Onorare l'aspettativa della privavy degli utenti per tutti gli account è una nostra prioristà, sia che l'utente sia una persona anonima sia che si tratti di un membro del Congresso".

Non è ben chiaro perché Twitter si sia ricordato proprio ora di far rispettare le regole dopo che per anni ha permesso a Politwoops di agire indisturbatamente. Fatto curioso, questa notizia è trapelata proprio nello stesso giorno in cui Chris Sacca, uno dei maggiori investitori di Twitter, ha mostrato la sua insoddisfazione per l'offerta dei servizi dell'azienda e per la sua direzione in generale. Coincidenze? L'arrivo della nuova campagna elettorale americana c'entra qualcosa? Di sicuro molti utenti su Twitter stanno manifestando il loro dissenso per il blocco di Politwoops.

Via | Mashable

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail