Facebook, gli Instant Articles arrivano anche in Italia

Facebook ha presentato ufficialmente Instant Articles. Ecco come funziona e come cambierà la lettura delle notizie sul social network.

A pochi mesi dalla presentazione di Instant Articles, la novità targata Facebook è sbarcata anche in Italia, con La Stampa a fare da apripista. Da oggi, infatti, il quotidiano diretto da Mario Calabresi ha iniziato a pubblicare i primi articoli pensati e formattati col nuovo formato, condivisi su Facebook e leggibili interamente sul social network, senza dover visitare l’home page del quotidiano, risparmiando molto sui tempi di caricamento e di lettura.

Calabresi, nel presentare la novità, ha spiegato:

Siamo partiti subito perché siamo convinti che sia un errore continuare a pensare che il giornalismo, o un prodotto editoriale, debba rimanere confinato nei suoi tradizionali spazi “ottocenteschi”. La home page e in generale il sito internet sono una riproposizione in digitale degli spazi di carta, con i loro confini tradizionali. Tutto questo va bene per i lettori tradizionali, ma esiste ed è sempre più numeroso un nuovo tipo di lettore che semplicemente “non viene” dentro spazi su cui non riconosce il senso.

E se La Stampa ha inaugurato la novità, a breve molti altri seguiranno: entro la fine dell’anno a supportare gli Instant Articles ci saranno, tra gli altri, anche il Corriere Della Sera, Il Fatto Quotidiano e La Repubblica.

Facebook lancia ufficialmente Instant Articles: ecco come funziona

Come anticipato qualche giorno fa, Facebook ha appena lanciato Instant Articles, la nuova funzionalità che promette di rivoluzionare il modo in cui ci informiamo sul social network per eccellenza.

Perché, di fronte a un articolo di nostro interesse, dobbiamo collegarci a un sito di terze parti e attendere il caricamento della pagina quando potremmo leggerlo in modo fluido e senza attese direttamente da Facebook?

E’ questa l’idea alla base di Instant Articles, che non si limiterà ad embeddare i contenuti di terze parti all’interno di Facebook, ma fornirà agli editori tutti gli strumenti necessari per creare contenuti ad hoc, storie interattive che coinvolgeranno i lettori come mai prima d’ora.

Il video che trovate qui sopra, appena pubblicato da Facebook, illustra tutto nel dettaglio: il lettore potrà letteralmente esplorare la notizia, zoomando ed esplorando le immagini ad alta definizione, guardare video ed esplorare le mappe interattive, ascoltare commenti audio e interagire coi commenti.

Il meccanismo è lo stesso che alcune riviste hanno adottato ormai da tempo per il loro corrispettivo digitale: anziché limitarsi a fornire una banale scansione della rivista, molti editori hanno pensato bene di sfruttare le potenzialità del nuovo mezzo e hanno cominciato a fornire contenuti aggiuntivi e interattivi.

Instant Articles farà proprio questo, porterà l’interattività nell'informazione sul social network, assicurandosi allo stesso tempo una maggiore permanenza degli utenti sulla piattaforma. Facebook, come già anticipato, non ricaverà nulla dalla vendita di annunci pubblicitari: gli introiti, generati dagli annunci pubblicitari che acquisteranno il loro spazio sulle Pagine dove saranno ospitati, andranno al 100% agli editori.

Al momento del lancio, Instant Articles può contare su nove partner molto importanti: The New York Times, National Geographic, BuzzFeed, NBC, The Atlantic, The Guardian, BBC News, Spiegel e Bild. Si comincia da Facebook per iPhone, ma nel corso dei prossimi mesi la novità sarà estesa a tutte le altre piattaforme.

Instant Articles di Facebook

Via | Facebook

  • shares
  • Mail