Windows 10 sarà l’ultimo sistema operativo di Microsoft

Tante novità in arrivo per Microsoft e Windows 10: ecco come cambierà la modalità di aggiornamento del nuovo sistema operativo.

windows 10

L’ormai imminente Windows 10, in arrivo nel corso dell'estate, sarà l’ultimo sistema operativo targato Microsoft. No, l’azienda di Redmond non ha nessuna intenzione di dire addio al mercato dei sistemi operativi, dove è leader incontrastata ormai da anni, ma ha in programma di cambiare il modo di sviluppo e distribuzione degli stessi.

Jerry Nixon, ingegnere e sviluppatore di Microsoft, ha lanciato la bomba qualche ora fa:

Ora stiamo rilasciando Windows 10 e visto che Windows 10 è l’ultima versione di Windows, stiamo ancora lavorando su Windows 10.

Parole, queste, che potrebbero essere travisate, ma l’ulteriore spiegazione di Nixon non ha lasciato spazio a dubbi: invece di rilasciare periodicamente un nuovo sistema operativo, Microsoft intende rilasciare aggiornamenti che, nel corso del tempo, andranno a trasformare Windows 10.

Perché rinnovare l’intero OS quando, ad esempio, si può rilasciare un aggiornamento dedicato solo ed esclusivamente al menu di Start? L’idea è proprio questa: niente più patch, niente più corposi aggiornamenti dal tono rivoluzionario.

Windows 10 sarà un sistema operativo in continuo aggiornamento, si parla addirittura di aggiornamenti quotidiani e settimanali. Microsoft, dice Nixon, ha pensato anche a chi sta già storcendo il naso davanti all’idea di ricevere aggiornamenti così frequenti: gli utenti avranno la possibilità di ricevere i piccoli update nell’istanti in cui vengono rilasciati oppure riceverli in bundle in un lasso di tempo più ampio.

Il nuovo sistema operativo sarà uno scheletro che Microsoft modellerà nel corso del tempo, aggiornando le singole applicazioni e andando a intervenire su piccoli aspetti, rendendo di fatto meno traumatico ogni cambiamento per gli utenti più tradizionalisti.

Windows_10-desktop

Via | MSDN

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: