Skype perde ancora in Europa: niente registrazione del marchio, troppo simile a Sky

Microsoft non riesce a registrare il marchio di Skype in Europa: ieri l'ennesimo intoppo, una sentenza del Tribunale dell'Unione Europea che l'azienda impugnerà nelle prossime settimane.

Mobile World Congress 2015 - Day 2

Continua la diatriba legale di Microsoft in Europa per la registrazione del marchio di Skype. Ieri l’ennesimo intoppo dopo che il Tribunale dell’Unione Europea ha stabilito che il nome Skype è troppo simile a Sky, il colosso satellitare fondato da Rupert Murdoch e i due nomi potrebbero venir confusi.

Questo non significa che Microsoft dovrà cambiare nome a Skype, sarebbe impensabile a questo punto, ma che l’azienda non potrà registrare il nome o il logo di Skype in Europa, come sta provando a fare ormai da anni.

Il Tribunale ha spiegato banalmente che la parola Sky viene riconosciuta in Skype e che entrambe rimandando alle nuvole. Da qui, nonostante i due servizi siano famosi e ben riconoscibili da anni, il rischio concreto che possano venir confusi dagli utenti.

Microsoft ha già annunciato l’intenzione di impugnare la sentenza e ricorrere in appello, pur avendo precisato che il cambio di nome al momento non è contemplato:

Il caso non riguardava l’utilizzo del marchio Skype, ma soltanto la sua registrazione. Siamo convinti che non esista alcuna confusione tra questi due brand e servizi e ricorreremo in appello. Questa decisione non ci impone in alcun modo di alterare il nome del nostro prodotto.

Non è la prima volta che Microsoft si trova a dover fare i conti con Sky: nel 2014, infatti, dopo una sentenza di un tribunale londinese l’azienda di Redmond costrinse Microsoft ha cambiare il nome a SkyDrive, il proprio servizio di cloud storage - poi diventato OneDrive. In quel caso, però, il tribunale aveva accertato la presenza della violazione del trademark.

The logo on the Sky Italia headquarters

Via | BBC

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail