Facebook conterrà contenuti di altri siti grazie al progetto Instant Articles

Da questo mese su Facebook troveremo anche articoli e contenuti provenienti da grandi case editrici. Il progetto si chiama Instant Articles.

Facebook Instant Articles

Facebook - Ci siamo: nel corso di questo mese Facebook comincerà la sua lenta trasformazione in una piattaforma dedita anche all'hosting di articoli e contenuti originali provenienti da grandi editori e media. Facebook, infatti, comincerà ad ospitare contenuti provenienti da grandi case editrici di tutto il web. A dare la conferma ci ha pensato il Wall Street Journal. L'iniziativa si chiama Instant Articles e ha come scopo ultimo quello di aiutare gli editori ad accelerare i tempi di caricamento degli articoli soprattutto per gli utenti che accedono ai contenuti via mobile tramite l'app di Facebook.

Facebook lancia Instant Articles, contenuti originali arrivano direttamente sulla piattaforma

Fra i primi editori a partecipare a questa iniziativa annoveriamo il New York Times, Buzzfeed e anche il National Geographic. Ovviamente Facebook ha anche pensato di mettere a punto un sistema di ricavi economici in modo da riuscire ad attirare anche quegli editori che ancora non si fidano troppo di contare sul social network per condividere i propri contenuti.

Grazie a questi Instant Articles, infatti, Facebook non ricaverà nulla dalla vendita di annunci pubblicitari, ma gli introiti andranno al 100% agli editori. Gli introiti saranno ovviamente generati dagli annunci pubblicitari che acquisteranno il loro spazio sulle Pagine Facebook dove saranno ospitati.

Il discorso degli Instant Articles si collega poi direttamente all'ultimo cambio dell'algoritmo del News Feed di Facebook: grazie al nuovo algoritmo, gli utenti vedranno più post di amici e follower. Inoltre Facebook permetterà agli utenti di controllare meglio il News Feed. Sarà interessante vedere come Facebook riuscirà a gestire gli investitori e gli editori in relazione alle scelte degli utenti su cosa vedere effettivamente sul News Feed. Siete contenti dell'arrivo di questi contenuti originali su Facebook? Gli editori si renderanno conto delle potenzialità di questo progetto?

Via | The Next Web

Foto | pazca

  • shares
  • Mail