OpenDNS esprime alcune perplessità sull'approvazione dei domini .xxx

OpenDNSOpenDNS, la società che fornisce un servizio di DNS alternativi per internet, ha commentato la recente approvazione dei domini .xxx riservati ai contenuti pornografici sul web. È intervenuto direttamente David Ulevitch, fondatore e CEO dell'azienda: le “remore” di OpenDNS rivelano alcuni aspetti interessanti sulla scelta dell'ICANN.

Anzitutto chi attualmente ospita un sito di carattere pornografico non avrà incentivi per il passaggio a .xxx, né potrà mai essere costretto a farlo: i domini .xxx partono da una base d'asta di $60 contro una media di $10 per il .com. Si può supporre che molti siti non avranno interesse a spostarsi sul nuovo Top-Level Domain (TLD).

Se non bastasse, non esistono regole per la creazione di siti su .xxx che impongano la pubblicazione di materiale pornografico. OpenDNS fornisce un sistema di controllo per la navigazione dei minori e non bloccherà in modo coatto l'accesso al dominio, proprio per questa ragione. Potrebbe essere un fallimento annunciato per l'ICANN.

Via | OpenDNS

  • shares
  • Mail