Facebook e Twitter avrebbero potuto evitare l'Olocausto?

Facebook e Twitter avrebbero potuto evitare l'Olocausto?Le notizie provenienti nelle ultime settimane da nazioni come Tunisia, Egitto e Libia ci hanno fatto ancora una volta pensare seriamente a come Internet possa essere uno straordinario strumento con il quale far valere i propri diritti, non a caso ripetutamente censurato e oscurato nei Paesi in cui la situazione è maggiormente calda. Insieme alle inevitabili proteste di piazza, la rete e più nel dettaglio i social network hanno giocato un ruolo fondamentale per capovolgere regimi e mandare in fuga dittatori.

Quello che a questo punto ci chiediamo insieme a Icky People è la seguente domanda: Facebook e Twitter avrebbero potuto evitare l'Olocausto? Difficile, forse impossibile dirlo. Quello che sappiamo però è che nel corso delle proteste che hanno avuto luogo non solo di recente, ma anche in passato in Cina e Iran, tali piattaforme sono state uno straordinario mezzo per far sapere all'esterno delle nazioni interessate ciò che accadeva durante i disordini, soprattutto quello che i regimi erano interessati a tenere ben nascosti dentro i propri confini come violenze sulla popolazione e altre operazioni estreme di repressione.

D'altro canto, i social network avrebbero permesso allo stesso popolo tedesco contrario a Hitler di levare la propria voce in modo molto più deciso, facendo sapere al mondo ciò che realmente stava accadendo in Germania nei confronti dei "nemici della nazione". Per non parlare di YouTube, grazie al quale testimonianze video avrebbero potuto essere rubate. Una maggior consapevolezza di quanto realmente accadeva insomma, che non avrebbe potuto lasciare le comuni persone (ma soprattutto i potenti) indifferenti per così a lungo come invece è successo nella realtà.

Si potrebbe obiettare a questo punto che le potenze occidentali in realtà già sapevano dell'Olocausto e che quindi non ci sarebbe stato bisogno dei social network per agire, ma come dicevamo la spinta che probabilmente sarebbe arrivata dalle popolazioni sarebbe servita se non a evitare completamente una delle più grandi disgrazie dell'umanità, almeno a ridurre il numero di vittime prendendo provvedimenti in modo più tempestivo. Quello che è certo comunque, è che Facebook, Twitter e tutti gli altri hanno cambiato per sempre la storia, come testimoniano anche gli avvenimenti più recenti. Voi che ne pensate?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: