Gli Stati Uniti possono attivare internet nei paesi dove è censurato

U.S. Army

Se uno stato decide di chiudere la connessione a internet della cittadinanza, com'è avvenuto recentemente in Egitto, gli Stati Uniti possono ripristinarla in qualsiasi momento. È quanto ha dichiarato John Arquilla, professore della Naval Postgraduate School, ai cronisti di Wired. Un'offensiva basata soltanto sull'accesso a internet.

Arquilla è considerato un “futurista” della rete e già nel settembre del 2009 aveva progettato un simile attacco ai paesi ostili agli Stati Uniti. Il progetto concepito all'epoca includeva anche lo Yemen, teatro di scontri in questo periodo. La rivolta dei cittadini egiziani poteva autorizzare un ricorso alla strategia di Arquilla.

Poiché la connettività in Egitto è in via di ripristino, gli Stati Uniti avrebbero desistito dall'intenzione di forzare la riattivazione di internet. Eppure, stando alla tesi di Arquilla, la collaborazione di Mubarak non sarebbe stata necessaria. Gli USA considerano internet come «un diritto dell'umanità per garantire la democrazia».

Aggiornamento: Ho inserito tra parentesi la sintesi (non una traduzione letterale) delle dichiarazioni rilasciate da John Arquilla a Wired, affinché sia meglio distinguibile l'oggettività della notizia dall'opinione dell'autore.

Via | Wired

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: