Microsoft risponde alle accuse di copia di Google per Bing

Bing logoChi negli ultimi giorni è stato lontano dalla rete si sarà perso l'ultima bomba scoppiata all'interno del mercato dei motori di ricerca, nel quale Google ha accusato Bing, e quindi Microsoft, di copiare i risultati di ricerca del primo per migliorare quelli del secondo. Il tutto attraverso la Bing Bar messa a punto dall'azienda di Redmond.

Se Microsoft aveva inizialmente risposto alle accuse di Google con un "né né", la risposta ufficiale non ha tardato ad arrivare dalle pagine del blog ufficiale di Bing, dove il vice-presidente della Divisione Servizi Online di Microsoft, Yusuf Mehdi, ha risposto per le rime all'azienda di Mountain View.

Mehdi si è detto ovviamente intenzionato a chiarire "alcune cose", per le quali non ha usato mezzi termini:

"Non copiamo i risultati da nessuno dei nostri avversari. Punto e basta. Abbiamo alcune tra le migliori menti al mondo che lavorano sulla qualità della ricerca, e un concorrente che accusa una qualunque di queste persone di tale attività fornisce un insulto.

Analizziamo i dati sui click in forma anonima, come uno dei più di mille input del nostro algoritmo di posizionamento. Impariamo dai nostri clienti come navigano sul web, una pratica comune per migliorare i servizi online. Siamo stati chiari su questo sin da due anni fa (Directions on Microsoft report, 15 giugno 2009)."

Dopo la difesa arriva però l'attacco:

"Abbiamo portato un certo numero di novità nel mercato di cui siamo molto fieri. [...] Vi sarete accorti che Google ne ha "copiate" alcune. Che l'abbiano fatto bene o meno sta agli utenti deciderlo. Ma ciò che è più importante è che noi non abbiamo fatto problemi e siamo stati felici di aiutare a muovere l'industria verso l'adozione di alcune buone idee.

Allo stesso tempo, abbiamo ottenuto regolari e buoni progressi nella rilevanza della ricerca. A ottobre 2010 abbiamo rilasciato una serie di grandi migliorie all'algoritmo. Così grandi ed evidenti che sappiamo Google se n'è accorta iniziando a preoccuparsi. Dopo qualche tempo, ecco le loro accuse. È una pura coincidenza? Si stanno ignorando le discussioni sulla qualità della ricerca? È una forma di risposta al fatto che alcune persone stiano iniziando a chiedersi se Bing sia come, o in alcuni casi meglio di, Google nel campo della ricerca?"

Domande alle quali immaginiamo Google vorrà rispondere nella prossima puntata di questa appassionante telenovela.

Via | Slashdot

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: