Google estende le funzionalità del cloud printing previsto da Chrome

Google Cloud Printing

Il cloud printing, ovvero la possibilità di gestire la stampa dei documenti da remoto, non è ancora molto popolare in Italia... nonostante importanti aziende come HP abbiano subito accolto positivamente l'opzione con ePrint e le stampanti web. Google punta molto sul servizio e propone degli aggiornamenti che coinvolgono soprattutto il settore mobile e Android.

Ovviamente, la prima piattaforma di Google ad attivare la stampa remota è stata Docs. Quest'ultima rimane il servizio-base del cloud printing di Google, cui però s'aggiunge GMail (anche nella versione per Android o, dispositivi mobili in genere). Cerchiamo di capire come e perché può diventare davvero un'opzione interessante sia per utenti privati, sia aziende.

Se il termine inglese può essere frainteso, partiamo dal presupposto che il cloud printing possa sostituire egregiamente le funzioni del fax con una qualità di stampa molto più elevata. Disponendo di una stampante tradizionale e di un computer con Windows connesso a internet, Chrome apre alla possibilità di utilizzare questa propria postazione al posto di un fax.

Immaginate di essere in ufficio o, in viaggio e vi sia chiesto un documento che avete dimenticato: le nuove funzionalità di Cloud Print possono aiutarvi ordinandone la stampa via GMail, direttamente dal vostro cellulare. Forse non ci avete mai pensato, eppure questa soluzione è in grado di risolvere molti problemi, nonché di farvi risparmiare diverso tempo.

Le situazioni d'utilizzo sono pressoché infinite. È lecito avere dei dubbi sulla privacy, ma se disponete di un account su Google non occorre preoccuparsi più di quanto dovreste già fare. Tanto per l'uso casalingo, quanto in ufficio la stampa dei documenti è un'operazione tuttora molto sfruttata — nonostante gli sforzi per ridurre l'impiego della carta e dell'inchiostro.

Ordinare la stampa dei documenti di Google Docs (o, qualsiasi altra fonte) dal cellulare è tra gli obiettivi dichiarati da Eric Schmidt per il 2001, prima di lasciare il ruolo di CEO a Larry Page. La "rivoluzione" mobile passa anche dal cloud printing e si stanno muovendo i primi passi: certo, all'estero sono in vantaggio rispetto a noi... ma i vantaggi arriveranno anche qui.

Via | Chromium

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: