Al Jazeera pubblica il proprio WikiLeaks sulla questione palestinese

Al Jazeera Transparency Unit

Il modello di giornalismo inaugurato da WikiLeaks (o, qualcosa che gli somiglia vagamente) ha fatto scuola. Al Jazeera è il noto broadcaster arabo – che ha sede in Qatar – e già si era avvalso dei dati di WikiLeaks in merito ai rapporti tra gli Stati Uniti e la guerra in Iraq. Non dimentichiamo che Al Jazeera nasce da transfughi della BBC ed è partecipato dalla CNN.

Se vogliamo, la piattaforma realizzata da Al Jazeera ha più a che vedere col giornalismo collaborativo. Al Jazeera Transparency Unity permette a chiunque d'inviare contributi alla rete attraverso una connessione protetta: in comune con WikiLeaks c'è la remota possibilità che i documenti ricevuti siano stati ottenuti clandestinamente. Per il resto fa proprio storia a sé.

La piattaforma è in lingua inglese, perciò più accessibile del network in arabo di Al Jazeera. Una prima pubblicazione legata alla Tranparency Unit è costituita da The Paletine Papers, un portale che raccoglie delle testimonianze riguardo al conflitto israelo-palestinese. Si tratta di un'iniziativa interessante, ma il termine WikiLeaks sembra una scelta di marketing.

Via | The Next Web

  • shares
  • Mail