MySpace non supera la crisi: più del 50% degli impiegati è a rischio

MySpace

Il nuovo MySpace non ha sortito gli effetti desiderati dagli amministratori: dopo le accuse di plagio da Pinterest e l'integrazione con Facebook il social network non riesce a uscire dalla crisi che ormai attraversa da anni. Un problema che porterà a un netto ridimensionamento degli impiegati, prevedendo fino al 50% dei licenziamenti. Si parla di un minimo di 350 persone lasciate a casa.

Attualmente, sono circa 1.100 gli impiegati che lavorano a MySpace. News Corp., la società di Rupert Murdoch proprietaria dell'azienda, aveva ridotto il personale del 30% appena quest'estate. E i licenziamenti potrebbero arrivare a quota 650 lavoratori. La fonte è il Wall Street Journal, una testata che – come MySpace – è di proprietà della News Corp. e risulta perciò piuttosto attendibile.

Sembra che non ci sia spazio per social network diversi da Facebook, nonostante MySpace abbia investito sul settore musicale (in cui mantiene la leadership nelle scelte di promozione online). Le perdite economiche di MySpace fanno riflettere sul sostanziale silenzio di Google in merito al progetto di creare una piattaforma antagonista a Facebook. Google Me potrebbe avere la stessa sorte.

Via | Wall Street Journal

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: