Pioggia di uova per chi boicotta Google!

Anche Google può vantare una setta di fanatici in giro per il mondo, fanatici a dire il vero poco pericolosi e tutto sommato dotati di ironia. A Bergerhausen, nella zona dell'Essen in Germania, un gruppo di persone armate sì fino ai denti, ma di uova, ha bersagliato le facciate di alcune case che erano state offuscate alla vista su Google Street View. Per non dare adito ad altre ipotesi si sono anche curati di lasciare una nota sulle cassette della posta delle “vittime” con un messaggio che diceva “Google's cool” (Google è forte!).

Tutto questo ha inizio nella scorsa primavera quando in Germania Google è stata indagata per aver collezionato dati delle reti wireless private, la questione poi si è evoluta verso altre questioni riguardanti la privacy dei cittadini tedeschi fino ad arrivare a conceder loro la possibilità di chiedere la cancellazione dell'immagine della propria casa dalle mappe di Google.

Ed è in seguito a questa situazione che alcuni amanti della privacy, stimati intorno al 3% dei tedeschi, hanno trovato le proprie case bersagliate da uova. C'è anche chi, disturbato dall'alone che compare sulle case oscurate, come l'avvocato Jeff Jarvis, ha accusato questi cittadini più riservati di aver “Digitalmente dissacrato le proprie città” e di aver creato un “pericoloso precedente”.

Un portavoce della polizia dell'Essen ha dichiarato che l'incidente è stato classificato come un danno alla proprietà privata, sebbene piccolo. “Stiamo cercando dei testimoni, non abbiamo per adesso nessuna idea di chi possa essere stato il colpevole” sarebbero state le sue dichiarazioni al Detusche Welle. Google ovviamente ha preso le distanze dall'accaduto.

E dunque chi voleva sparire da Google Street View si è invece trovato coinvolto in una notizia di cui hanno parlato i giornali. Internet non ci risparmia nulla, nemmeno la dantesca legge del contrappasso.

Via | Forbes

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: