Prevedere, grazie a Facebook, quando le relazioni di coppia sono più a rischio.

Esiste un periodo dell'anno in cui è più facile che una storia d'amore possa terminare? C'è chi sostiene, per esperienza o per sentito dire, che prima dell'inizio delle vacanze estive il rischio è molto più altro che nel resto dell'anno. David McCandless avrebbe però prodotto una analisi molto particolare: analizzando 10000 cambiamenti di stato su Facebook, e facendo una ricerca su tutte le parole e le frasi che indicano la separazione di una coppia, ha prodotto un grafico grazie al quale è possibile azzardare delle previsioni.

Così l'inizio della primavera risulta essere un momento ad alto "rischio" e la fine dei rapporti viene spesso annunciata in rete di lunedì. L'inizio della stagione estiva viene confermato un periodo gettonato per la rottura dei fidanzamenti, ed un paurosissimo picco si nota un paio di settimane prima del Natale. Il giorno di Natale stesso, al contrario, sarebbero rarissime le separazioni. Questo studio è stato presentato durante un seminario in cui McCandless parlava de "La bellezza della visualizzazione dei dati" la cui visualizzazione è bella e interessante.

Lo studio sui rapporti di coppia, oltre ad essere originale e interessante, è uno dei molti segnali che Facebook ha raggiunto una mole di dati talmente elevata (e di facile reperibilità) con i quali è possibile trarre conclusioni sensate anche su argomenti che prima potevano solo godere del beneficio di "voci di corridoio". Se qualcuno volesse pubblicizzare crociere romantiche, per esempio, potrebbe decidere di evitare di concentrare i propri sforzi pubblicitari in un periodo dell'anno a favore di un altro.

Due curiosità: il grafico presenta un picco abbastanza evidente nel giorno di S.Valentino ed un notevolissimo balzo il primo Aprile. Dobbiamo concludere che le coppie perdono il senso dell'umorismo e rimangono facilmente vittime di un semplice pesce d'Aprile?

Foto | Flickr
Via | Mathias Mikkelsen

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: