Stampare a distanza: GoogleDocs propone il Cloud Printing.

Annunciate le prossime tre funzioni di Google Docs: il supporto per applicazioni di "terze parti", il Cloud Printing e le funzionalità di sincronizzazione.

Il progetto di Cloud Printing permetterà alle applicazioni di inviare documenti a stampanti remote collegate direttamente o tramite un computer ad internet. Le applicazioni che supporteranno questa caratteristica non faranno più uso di driver locali e non avranno bisogno di appoggiarsi al sistema operativo che le ospita, ma potranno utilizzare direttamente Google Cloud Printing per gestire le code di stampa. Le stampanti, a detta di Google, verrebbero gestite da Google Docs pressappoco come se fossero un qualsiasi documento. Ci si aspetta un lancio ufficiale già nelle prossime settimane.

La funzione di sincronizzazione invece permetterà di allineare la versione dei documenti che risiedono sui nostri computer direttamente con i corrispondenti documenti presenti su Google Docs, cosa che adesso è già consentita ai calendari, ai contatti ed alla posta elettronica. Google Docs attualmente permette di editare documenti, fogli di calcolo e presentazioni ed inoltre consente di visualizzare documenti PDF. Mancano invece strumenti per modificare immagini, video ed editare file PDF, carenza che potrebbe essere risolte grazie alla collaborazione con applicazioni di "terze parti".

Lo sviluppo del Cloud Computing comincia a proporre scenari sempre più complessi: ben poco dei nostri dati resterà sui nostri hard disk. La comodità di poterli avere ovunque ed in ogni istante riuscirà a vincere anche le resistenze dei più attenti a questioni di privacy e riservatezza?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: