Tesla Motors: sito web e Twitter bucati dagli hacker

Per alcune ore il sito ufficiale di Tesla è stato offline, mentre l'account Twitter ha iniziato a inviare strani messaggi.

tesla-hacker

Il sabato di Tesla Motors è stato abbastanza turbolento, almeno per quanto riguarda le attività della società automobilistica su Internet. Il sito web e l'account Twitter della compagnia di Elon Musk sono infatti stati bucati da alcuni hacker, che non contenti hanno colpito - anche se per breve tempo - anche lo spazio sul social network dello stesso CEO.

I primi segni si sono avvistati proprio su Twitter, dove l'account @TeslaMotors ha iniziato a inviare strani messaggi per ottenere una "free Tesla", con tanto di cambio nel nome utente da Tesla Motors a #RIPPRGANG: lo stesso messaggio offriva anche un numero di telefono da chiamare per ottenere questa fantomatica automobile gratis, corrispondente in realtà a un negozio di computer in Illinois.

Più o meno contemporaneamente, il sito web di Tesla Motors è stato bucato dai malintenzionati, con una dichiarazione più o meno simile di avvenuto attacco: dopo essere stato messo offline, il suo funzionamento è stato ripristinato nel giro di qualche ora. Restano per ora sconosciute le modalità con le quali gli hacker sarebbero riusciti a mettere le mani su così tanti account, riguardanti sia la facciata pubblica ti Tesla Motors sia quello privato di Elon Musk su Twitter.

Qui sotto potete vedere uno screenshot dell'account di Musk violato, grazie a Business Insider:

screen shot 2015-04-25 at 6.47.49 pm

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • Mail