Gianni Morandi su Facebook risponde alla polemica sui migranti e dà una lezione ai social media manager

Il cantante aveva paragonato i migranti africani agli italiani che andavano a cercare fortuna all'estero nel secolo scorso ed è stato attaccato pesantemente, ma la sua reazione è stata esemplare.

Gianni Morandi Facebook

Gianni Morandi non si può di certo definire un "millennial", parola tanto di moda che indica le generazioni nate dagli anni '80 in poi e che hanno una naturale dimestichezza con i nuovi media. Dall'alto dei suoi 70 anni, però, continua a dare lezioni ai social media manager di tutta Italia (o a quelli che si spacciano per esperti di social network). Con la sua pagina Facebook, che conta ormai più di un milione e 200mila iscritti, Morandi comunica quotidianamente con il suo pubblico che non comprende solo i suoi fan, ma anche gente che lo segue proprio perché apprezza il modo in cui cura la pagina, che è un inno alla semplicità.

Con le sue foto, i suoi video e i brevi testi, Morandi compila un vero e proprio diario, riesce a coinvolgere i fan (alla faccia di qualsiasi strategia di engagement) e dialoga con loro, ma soprattutto non si tira mai indietro, proprio mai. Anche noi una volta abbiamo provato a stuzzicarlo con la complicità di Happyblog e di un fotomontaggio a lui dedicato, e lui ci ha risposto cordialmente, con il suo classico atteggiamento zen.

Morandi non raccoglie mai le provocazioni e dietro un'apparente ingenuità c'è la saggezza di una persona che è capace di gestire uno dei mali più diffusi del web, l'odio che si genera spesso dal nulla, quei "litigi su Internet" di cui ha parlato anche Zerocalcare in una delle sue tavole più condivise.

In questi giorni Morandi è stato coinvolto in una polemica molto pesante, relativa al problema dei migranti. Dopo la morte di oltre 800 persone nel Canale di Sicilia il cantante non ha potuto fare a meno di dire la sua e ha paragonato i migranti che oggi arrivano in Italia dalle coste della Libia ai migranti italiani che nel secolo scorso andavano a cercare fortuna all'estero. Apriti cielo! Sulla sua pagina si è scatenato l'inferno ed è evidente che Gianni proprio non si aspettava una reazione del genere dai suoi follower, evidentemente perché li aveva sopravvalutati, credendoli persone civili che condividono i suoi stessi ideali e non solo le sue canzoni.

Il 21 aprile Morandi, pubblicando una foto dei migranti italiani e una dei migranti di oggi, ha scritto:

"A proposito di migranti ed emigranti, non dobbiamo mai dimenticare che migliaia e migliaia di italiani, nel secolo scorso, sono partiti dalla loro Patria verso l'America, la Germania, l'Australia, il Canada... con la speranza di trovare lavoro, un futuro migliore per i propri figli, visto che nel loro Paese non riuscivano ad ottenerlo, con le umiliazioni, le angherie, i soprusi e le violenze, che hanno dovuto sopportare! Non è passato poi così tanto tempo…"

Il post ha ricevuto finora 23.720 condivisioni, più di 84mila "mi piace", ma soprattutto tantissimi commenti, molti di rabbia nei confronti dei migranti. Ebbene, Morandi, come suo solito, ha provato a rispondere a tutti, ma ovviamente non ci è riuscito perché, come lui stesso ha ammesso, gli sono arrivati oltre 14mila messaggi, allora ha deciso di pubblicare un altro post, ieri, in cui ha scritto:

"22 aprile. Sono sorpreso dalla quantità di messaggi al mio post di ieri. Sto continuando a leggere ma penso sia impossibile arrivare in fondo... 14mila messaggi! Ho anche risposto ieri sera per un paio d'ore. Forse non mi aspettavo che più della metà di questi messaggi facesse emergere il nostro egoismo, la nostra paura del diverso e anche il nostro razzismo. A parte gli insulti, che sono ormai un'abitudine sulla rete, frasi come "andrei io a bombardare i barconi" o "sono tutti delinquenti e stupratori" oppure "vengono qui solo per farsi mantenere", mi hanno lasciato senza parole... Magari qualcuno di questi messaggeri, ha famiglia, figli e la domenica va anche a messa. Certamente non ascolta però, le parole di Papa Francesco...
Ciao, sto andando vicino a Lecco a visitare la Cascina Don Guanella, insieme a Don Agostino Frasson"

Nella foto che ha allegato al post è un po' meno sorridente del solito, ma di certo anche questa volta, anzi soprattutto questa volta, se l'è cavata egregiamente, dimostrando una pazienza e un rispetto per gli altri che anche i social media manager più esperti si sognano. Gianni Morandi ha trovato l'antidoto per il più grave dei mali di internet, gli haters.

Chi invece grazie al sentiment degli haters accumula fan e "mi piace" ha commentato le parole di Gianni Morandi, ma senza taggarlo e direttamente dal proprio profilo, si tratta di Matteo Salvini, leader della Lega Nord, che ieri sera ha scritto:

"Se Gianni Morandi è così attento alle esigenze degli immigrati, visto che non gli mancano soldi e case dia il buon esempio: accolga, ospiti, mantenga e paghi di tasca sua!
Canta che ti passa... Notte serena Amici"

Foto © Facebook Gianni Morandi

  • shares
  • Mail