Il computer è troppo lento: gli spara e viene incriminato

Lucas Hinch dovrà rispondere di "omicidio di PC" davanti a un giudice in Colorado.

monitor-rotto

Dopo quella che viene raccontata come una "lunga lotta contro il proprio PC", un uomo di 37 anni in Colorado sarebbe stato incriminato dalla polizia per avere portato il malcapitato computer in un vicolo e avergli sparato più volte, per un totale di otto colpi partiti dalla sua arma da fuoco.

Allertate dagli abitanti delle case circostanti che hanno sentito gli spari, le forze dell'ordine sono accorse sul luogo e non hanno potuto fare altro che fermare Lucas Hinch per avere scaricato il caricatore della sua pistola nei confini cittadini: secondo quanto riportato dal Colorado Springs Gazette, Hinch avrebbe accettato senza protestare la citazione, affermando d'ignorare di aver violato la legge.

A quanto pare, la guerra di Hinch contro il suo PC andava avanti addirittura da diversi mesi, prima che in preda alla rabbia l'uomo decidesse di terminarlo in modo così violento. Un CTRL + ALT + CANC un po' troppo deciso diremmo, seguito da un arresta il sistema con durata per l'eternità.

Adesso Hinch avrà sicuramente modo di comprarsi un computer nuovo, ma dopo aver pagato l'eventuale multa che il giudice che esaminerà il caso potrà fargli pagare.

Via | Cnn.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail