Su Facebook traffico illegale di animali esotici

I trafficanti di animali esotici e selvatici si evolvono: uno di costoro vendeva animali esotici sfruttando Facebook e BlackBerry Message.

Orango

Facebook - Purtroppo a volte il web e i social network vengono anche utilizzati in maniera truffaldina. In questo caso parliamo di un presunto trafficante di animali esotici e fauna selvatica che avrebbe utilizzato proprio Facebook e BlackBerry Message per i suoi traffici illegali. L'uomo è stato arrestato mentre trasportava un orango in uno zaino in Indonesia, nella città di Medan. L'uomo in questione avrebbe venduto la fauna selvatica utilizzando Facebook e BlackBerry Message: nel verbale di arresto sarebbero anche elencati i modi in cui il trafficante avrebbe utilizzato queste tecnologie per le sue attività.

Facebook e BlackBerry Message strumenti per il traffico illegale di animali esotici

Purtroppo a volte social network e tecnologie moderne si trasformano in un'arma a doppio taglio. Se da una parte contribuiscono a generare eventi positivi, dall'altra possono anche essere utilizzati in maniera scorretta. Sono uno strumento e tutto dipende da chi li utilizza. In pratica questo commerciante, identificato come VHN, avrebbe venduto numerose varietà di specie protette (oranghi, gibboni di Giava, il gatto dorato asiatico e via dicendo): esportare e tenere queste specie come animali domestici è illegale.

Il commerciante, una volta arrestato, avrebbe dichiarato di aver ricevuto questi esemplari di fauna selvatica da cacciatori locali e collezionisti di Aceh, Nord di Sumatra e Java. Oltre ad esemplari interi avrebbe anche venduto parti di animali, come pelli e zanne di tigri. La particolarità è che questo professionista del traffico illegale non usava i soliti mezzi, era piuttosto tecnologico.

Il comunicato rilasciato spiega così: "Secondo le indagini preliminari, il commerciante in questione è un top player della rete di commercio online di Medan, basandosi sui livelli di connettività dei suoi account sui social network, sulla varietà di animali e sul volume di traffico". Pare che adesso si stia cercando di bloccare questo traffico tramite una miglior raccolta delle informazioni, quindi anche sui social network che paiono essere sempre di più una via preferenziale di questi loschi traffici e anche tramite la collaborazione delle forze dell'ordine.

Via | Mashable

Foto | 69012282@N08

  • shares
  • Mail